Aversa

Salvino Cella, presentazione con polemica su Parco Balsamo

 AVERSA. Con la presentazione dei candidati alla carica di consigliere comunale delle liste che lo sostengono è partita la campagna elettorale di Salvatore Cella, conosciuto da sempre come “Salvino”, …

… riuscito a coagulare intorno al suo nome tutto il centrosinistra aversano costituito da Idv, Pd, Sel insieme alle civiche “Cella Sindaco” e “Futuro per Aversa”. Con i candidati Cella ha presentato il programma che intende attuare, se sarà primo cittadino, partendo dalla riorganizzazione della macchina amministrativa comunale per gestire al meglio le risorse pubbliche, tagliando gli sprechi, riducendo al minimo indispensabile le consulenze esterne e sfruttare al massimo le potenzialità della pianta organica esistente. Importante, per Cella, anche il potenziamento del ruolo del Comune nell’ambito della spesa dei fondi europei attraverso un rapporto più stretto con la Regione. Ma più di tutto, per il candidato sindaco, è fondamentale creare lavoro facendo ripartire le piccole opere perché gli imprenditori investano in tutte quelle attività lavorative, industriali o artigianali, capaci di produrre posti di lavoro duraturo nel tempo.

Tra i programmi di Cella da segnalare l’istituzione di un marchio di qualità per le produzioni artigianali locali, l’utilizzazione dell’energia solare per le necessità pubbliche, l’istituzione della smart tarsu per quantificare la produzione dei rifiuti differenziati da parte di ogni famiglia, così da ottenere per le stesse la riduzione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti. “Aversa ha bisogno di esempi di moralità ed eticità. Ha bisogno di correttezza, trasparenza, e soprattutto di una cultura della legalità. Solo attraverso questi valori potremo riappropriarci della nostra amata città e far si che le cose comincino a funzionare”, ha detto Cella, sottolineando di essere pronto al confronto pubblico in piazza con gli altri candidati ma di non essere disponibile a replicare ad attacchi personali che nascessero in campagna elettorale.

VIDEO

L’unico momento di riflessione sul come si stia svolgendo in questa fase iniziale è stato l’accenno all’ordine di sfratto impartito dall’amministrazione comunale ai volontari dell’associazione “Kronos Unata” che, grazie ad un accordo con l’Ente locale, dal 26 febbraio gestiscono il Parco Balsamo provvedendo alla vigilanza e all’apertura e chiusura dell’area secondo orari fissati dall’amministrazione stessa. “Ci hanno buttato fuori poche ore dopo l’ufficializzazione della nostra presenza in una delle liste che supporta Cella sindaco”, ha detto Lidia De Angelis che, con Saverio Mazzarella, fa parte del direttivo dell’associazione, alla quale Cella ha lasciato il compito di chiarire la vicenda. “Pur ottemperando agli impegni assunti con la sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa con l’Amministrazione e pur avendo ottenuto manifestazioni di fiducia e stima da parte dei cittadini frequentatori dell’area ci è stato dato un benservito che a nostro parere ha come unica motivazione la nostra scelta di campo. Agli elettori – ha concluso De Angelis – lasciamo ogni valutazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico