Aversa

Pd: “10 anni disastrosi dell’amministrazione di centrodestra”

PdAVERSA. “Leggendo lo slogan del candidato sindaco del centrodestra in cui parla della città viene da chiedersi come possa mettere quello slogan dopo il governo decennale della citta da patte della sua parte politica”. Così esordisce il Pd aversano in una nota inviata alla stampa.

“Se i dieci anni del centrodestra sono stati un grande disastro, allora perché si dovrebbe ridare fiducia ad uno schieramento che si è dimostrato incapace di amministrare la città e l’ha portata ad un degrado mai raggiunto prima. Nessun alibi! I dieci anni di centrodestra sono stati disastrosi. Lo stato delle strade aversane, (a cominciare da via Roma) solo per fare un esempio, è disastroso. Non c’è stata la minima manutenzione ordinaria. L’amministrazione di centrodestra da dato solo spazio alle strisce blu, con una politica della mobilità che è evidentemente disastrosa. Non si tratta di demonizzare la sosta a pagamento, ma la sua estensione a dismisura anche in zone che poi per lunghe ore della giornata restano completamente vuote. Ci sono delle circolari ma nessuna indicazione su come, dove, quando poter utilizzare i mezzi pubblici. Il metro per Napoli chiude un quarto alle 22 e nessuna iniziativa è stata presa dall’amministrazione comunale per prolungare questo orario (almeno nei fine settimana) fino a mezzanotte come ha fatto l’amministrazione comunale per funicolari e metrò. Sono l’emblema dell’incapacità a governare una citta come Aversa”.

“Poche idee e anche confuse. Sono quelle del centrodestra per la nostra città. E’ l’emblema di una campagna elettorale che viene fatta a colpi di manifesti senza che nessuno dei candidati dello schieramento che appoggia il candidato sindaco Sagliocco parli di programmi e formuli proposte concrete. Il Pd, che con un convegno sui beni culturali ad Aversa ha formulato proposte gestionali delle sue ricchezze dinamiche ed economicamente valide. Oggi proponiamo di costituire nel centro storico di Aversa un ‘Museo all’aperto’, indicando, attraverso le nuove tecnologie percorsi che permettano di godere ai turisti le bellezze dell’impianto urbanistico della parte più antica della città Nello stesso tempo raggiungere un accordo con la Curia Vescovile per permettere, in orari compatibili con le funzioni religiose, la visita delle ‘cento chiese’ e stipulare una convenzione, per quelle che sono chiuse, per poterle utilizzare per manifestazioni culturali di alto livello”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cesa, adottato il sistema delle cartelle socio-assistenziali - https://t.co/hF6Bsqy0rp

Orta di Atella, il Centro Civico Campania al fianco di C@mbiAmo Orta - https://t.co/cIu83GUQ7V

Casapesenna, netturbini scioperano e rifiuti restano in strada: Piccolo accusa il sindaco - https://t.co/F0GziFZBJo

Mafia, colpo al clan Rinzivillo: 10 arresti a Caltanissetta - https://t.co/KOW8cKGwfG

Condividi con un amico