Aversa

Nasce il Comitato a difesa del patrimonio dell’Annunziata

 AVERSA. ‘Le donne in politica, nel lavoro, nelle professioni, nell’attività imprenditoriale’, questo il tema dell’incontro tenutosi nel Salone Romano nel corso del quale sono interventuti Francesca Marrandino, coordinatrice del movimento Noi Aversani, …

… Giuseppe Sagliocco, candidato sindaco al Comune di Aversa per la coalizione di centro destra ed Erminia Mazzoni, europarlamentare Pdl-Ppe. “Crediamo nel valore delle donne in politica – ha detto Sagliocco – e spero che nel prossimo consiglio comunale, così come nella giunta, ce ne sia una nutrita rappresentanza”. Ad aprire i lavori dell’incontro, la coordinatrice del Movimento ‘Noi Aversani’, Francesca Marrandino che ha parlato di “Pari opportunità, intese come creazione di condizioni uguali per tutti nella società”. Erminia Mazzoni, poi, si è soffermata sul ruolo delle donne in politica e nella società.

“Così come per le donne non ritengo che le quote rosa possano essere veicolo di partecipazione democratica e chiedo, piuttosto, che siano i partiti ad individuare strumenti idonei per la selezione di una classe dirigente migliore. Le donne possono, raccogliendo le preferenze, essere espressione del popolo; l’importante è la previsione degli strumenti di garanzia per tutelare la rappresentanza di genere nelle assemblee elettive. E questa mattina, ho incontrato numerose donne impegnate nella politica cittadina che possono, anzi devono, dare il loro contributo per la Città di Aversa”.

Nel corso dell’incontro con l’Europarlamentare Erminia Mazzoni, Giuseppe Sagliocco, candidato sindaco della coalizione di centro destra ha annunciato “la nascita del Comitato a difesa del patrimonio dell’Annunziata”. Questo comitato, subito operativo, è composto da donne che amano la Città di Aversa e sono attive in politica, nonché dalle candidate della coalizione di centro destra. “Dobbiamo fare luce – ha detto Sagliocco – sulla destinazione dei beni mobili ed immobili dell’Annunziata. Questi rappresentano un patrimonio inestimabile che appartiene alla nostra comunità e non possono e non devono essere svenduti nel nome di una fusione di enti”.

I beni dell’Annunziata, infatti, con il tempo sono passati a quella che un tempo era l’Usl 20, poi Asl Ce2, Asl Aversa ed attuale Asl Caserta. “Il nostro obiettivo – ha detto Sagliocco – è quello tutelare i beni dell’ex azienda sanitaria come arredi di pregio portati via di proprietà della Real Casa Santa dell’Annunziata e nel contempo tutelare l’immagine stessa della città. Non si può ledere la dignità di Aversa e di un intero territorio dimostrando di considerarlo suddito e non integrato alla pari della restante parte dell’azienda sanitaria in cui l’ex Ce2 si è trovata per legge ad essere inglobata, dequalificando una città che ha pari dignità del capoluogo di provincia”. “Vogliamo anche sapere – ha detto Sagliocco incitando il neo comitato ad un lavoro certosino – cosa ne è stato fatto dei terreni frutto delle donazioni dell’Annunziata, fatti diventare luoghi della speculazione”.

Del costituendo comitato fanno parte le candidate:Danila de Cristofaro, Nicla Virgilio, Imma Lama, Ilaria Rita Motti, Loredana Trotolo e Nunzia Orabona, Presidente dell’Associazione Aversa Donna.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico