Aversa

Castaldo dà il via alla campagna elettorale

 AVERSA. Nella sede di via Seggio 103, si è tenuta la conferenza stampa che ha ufficializzato l’inizio della campagna elettorale di Democrazia & Territorio.

Affiancato dai canditati al Consiglio comunale, il candidato sindaco Antimo Castaldo ha illustrato il programma e gli obiettivi del movimento politico che si presenta alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio.

“Vorrei iniziare subito – ha esordito Castaldo – lanciando una proposta o, se volete, una provocazione. Un dibattito, un confronto itinerante fra i cinque candidati sindaci, che permetta agli aversani di conoscere programmi e volti di chi si propone alla guida della città. Moderati da una giornalista che tutti riconosceremo super partes, ci sarà un incontro a settimana, di volta in volta in una piazza diversa della città, partendo dalla periferia per concludere, venerdì 4 maggio, in piazza Municipio. E’ opportuno e giusto, anzi dirò di più, è un diritto dei cittadini aversani, ascoltare chi si propone come sindaco per i prossimi cinque anni. Una forma di rispetto nei loro riguardi. Probabilmente a Trentola Ducenta non c’è questa usanza, ma sono sicuro che i candidati non avranno nessuna difficoltà ad accettare questa mia proposta, soprattutto Sagliocco. Sarà l’occasione per smentire che la sua è una candidatura imposta dall’alto, ventiquattro ore prima della chiusura delle liste. A me piace il confronto, non il monologo. Sono due anni che abbiamo imposto l’agenda politica di questo territorio. Siamo convinti che il destino di questa città è nelle mani dei suoi cittadini e non in quelle dei politicanti di turno. Siamo altresì convinti che la partita non è chiusa, perché il momento storico è favorevole ad una politica fatta da cittadini attivi, che non porta all’astensionismo ma alla partecipazione con un voto distante dai partiti. Ci rivolgiamo ai moderati delusi da questa amministrazione di centro destra. La triade Golia, Ciaramella, Giuliano ha fatto l’ultimo regalo agli aversani. Ha regalato un candidato imposto dall’alto il quale, pochi giorni prima dell’amorevole bacio, minacciava di rivolgersi al Prefetto, minacce contraccambiante dall’attuale sindaco. E’ evidente che il concetto di coerenza per questi signori non esiste. Sagliocco ha sempre parlato di discontinuità, rispetto a questa amministrazione, per poi allearsi con chi ha governato. E’ uno schiaffo all’intelligenza degli aversani. La verità è che non gliene frega niente del futuro di Aversa, pensano al loro di futuro. Eppure io vorrei sentire Sagliocco, ad esempio, sulla Maddalena. Capire se è d’accordo che vada ai privati, cioè ai Coppola, oppure che rimanga in mano pubblica. Io sono per questa seconda ipotesi. Non ho dubbi. Anche il centro sinistra ha le sua colpe. Ha dimostrato di avere una classe dirigente inadeguata. Pd e Idv non hanno mai contrastato seriamente la pessima amministrazione di centro destra. Un’opposizione inesistente, come sulla questione strisce blu. E’ mai possibile che, dopo l’interdittiva antimafia nei confronti della società gestore della sosta, nessuno dei loro deputati abbia sentito il dovere di fare un’interrogazione parlamentare? L’unica lista pulita, nuova, con forti valori etici e morali, è Democrazia & Territorio. Solo noi possiamo realizzare ciò che proponiamo agli aversani, perché – conclude Castaldo – non ci sono contraddizioni nel nostro interno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico