Trentola Ducenta

Vandali in Piazza Pime, il rammarico delle associazioni

 TRENTOLA DUCENTA. Dopo gli episodi di vandalismo avvenuti sabato scorso in piazza Pime, culminati nel capovolgimento delle grosse fioriere utilizzate per impedire il passaggio alle auto e che hanno determinato l’intervento delle forze dell’ordine, …

… i rappresentanti delle associazioni che erano presenti alle riunioni tenutesi per la chiusura della piazza esprimono tutto il loro rammarico per quanto accaduto e condannano senza attenuanti i responsabili di “questo gesto inqualificabile”. “Va precisato – continuano unanimi – che nel corso delle varie riunioni tenutesi sull’argomento, tutti i rappresentanti sia della politica che delle associazioni culturali operanti sul territorio, compresa Eureka, avevano espresso il loro consenso alla proposta avanzata dal sindaco Griffo. A tal proposito, è opportuno ricordare che il suddetto provvedimento consiste nell’interdizione parziale della piazza alla sosta delle auto e si tratta comunque di un provvedimento adottato in via del tutto sperimentale, quindi passibile di modifica e aperto al recepimento di qualsiasi proposta di miglioramento. Per questo si condanna a viva voce ogni atto di vandalismo come quello accaduto. La piazza- secondo le intenzioni di chi ha avanzato la proposta e di chi l’ha accettata – deve rappresentare un punto di ritrovo per giovani, anziani e bambini, deve rappresentare il centro culturale e religioso anche per la presenza dell’istituto missioni estere. Non può essere un mero parcheggio. La soluzione adottata dovrebbe servire a creare l’occasione per esprimere un modo diverso di concepire la vivibilità del nostro centro storico anche se, siamo consapevoli che si tratta di un piccolo punto d’inizio sicuramente difficile da far ‘digerire’ specialmente a coloro che sono avvezzi alla sosta selvaggia. Va aggiunto, infine, che il sindaco ha anche promesso di adibire altre aree alla sosta veicolare. Si ricorda, inoltre, che in centri storici di altre città tali provvedimenti hanno portato giovamento alle attività commerciali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico