Sessa Aurunca - Cellole

Territorio e Ambiente, in campo l’Isiss “Da Vinci”

 SESSA AURUNCA. Tre anni di sviluppo e sensibilizzazione istituzionale prima e sociale poi sono servizi all’Isiss “Da Vinci” di Sessa Aurunca del progetto “Il territorio e l’ambiente”.

Durante questo periodo tutti hanno compreso l’innovazione portata dal dirigente scolastico Giovanni Battista Abbate e dal referente scolastico e progettuale professor Giulio Capone aprendo le porte al territorio con rilevazioni elettromagnetiche e fonometriche. I dati registrati dai vari gruppi di studenti sono stati poi studiati insieme al professor Capone, dall’ingegner Antonio Fava (indagine fonometrica) e dall’ingegner Giovanni Ciliento (indagine elettromagnetica) ed i risultati inviati agli Enti competenti.

Il progetto è partito dal Comune di Sessa Aurunca (settore ambiente) ed il supporto della Provincia di Caserta. Sono stati monitorati punti nevralgici del territorio (vicinanze di antenne per l’inquinamento elettromagnetico); plessi scolastici e centri di aggregazione dove può concentrarsi maggiormente il rumore (per l’inquinamento acustico). Il progetto è stato poi effettuato in collaborazione con il Comune di Cellole dove sono state rilevate postazioni ad alte intensità veicolari ed abitative nonché antenne di trasmissione poste in centro cittadino. La collaborazione è poi proseguita con il Comune di Carinola dove è stato rilevato l’inquinamento acustico ed elettromagnetico nelle frazioni di Santa Croce e Nocelleto, nonché in Carinola.

Attualmente la sinergia Scuola-Ente è in fase di realizzazione anche nei comuni di Francolise, Falciano del Massico, Riardo, Pietramelara e Caianello, quasi a divenire una buona pratica collaborativa a livello provinciale. Con questo progetto i giovani del nostro territorio hanno potuto migliorare la propria formazione tecnica, effettuare stage operativi con l’utilizzo di moderne apparecchiature; sicuramente l’esperienza sul “campo” premia, invoglia ed appassiona tantissimo, più di tante ore di lezione vecchia maniera.

Fortemente voluto dal dirigente Abbate, questo progetto è riuscito a creare quella importante e concreta sinergia Ente/Scuola tanto reclamizzata ma così poco realizzata nel meridione. “Un forte beneficio per l’ente con attività di pubblica utilità e ritorno pubblicitario. – commenta il professor Abbate – Scendere sul territorio, preparare giovani tecnici nel settore ambiente, sensibilizzare gli alunni alle tecniche ambientali ed alla salvaguardia del territorio, avvicinare i giovani all’avviamento della protezione civile, mettersi in gioco è stato per l’Isiss ‘Da Vinci’, dimostrazione di forte innovazione ed ottima preparazione tecnica. Vedere tanti allievi – continua il dirigente – così fortemente motivati, impegnati e tanto professionali è la vera dimostrazione che le nostre scuole non hanno niente da invidiare a quelle rinomate del Nord, basta avere solo le persone giuste al posto giusto. Dirigenti innovativi, insegnanti preparati e disponibili ed allievi sollecitati con voglia a fare ed imparare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico