Sessa Aurunca - Cellole

In carcere affiliato al clan “Muzzoni”: deve scontare nove anni di pena

polizia SESSA AURUNCA. Nella serata del 29 marzo, gli agenti del commissariato di polizia di Sessa Aurunca, diretti dal vicequestore Giovanni Stagliano, e della squadra mobile di Caserta, diretta dal vicequestore Angelo Morabito, …

… hanno tratto in arresto, a Sessa Aurunca, il quarantaduenne Alessandro Imparolato, considerato elemento di spicco del clan camorristico degli Esposito, alias “Muzzoni”, già egemone nel territorio sessano e comuni limitrofi del basso Lazio e cassinate.

Imparolato – con alle spalle una lunga militanza nel clan “Muzzoni”, in conseguenza della quale era già stato precedentemente condannato e sottoposto a lunghe pene detentive per associazione a delinquere di stampo camorristico ed estorsioni plurime -era attualmente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Sessa Aurunca.

Il nuovo provvedimento di carcerazione è giunto dopo che la suprema Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso contro la sentenza di condanna emessa dalla Corte di appello di Napoli, divenuta definitiva. Deve scontare, in via definitiva, un cumulo delle pene di nove anni di reclusione. E’ stato condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico