Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Valorizzazione del centro storico: incontro-dibattito

 MARCIANISE. Al Palazzo della Cultura nella giornata del 16 marzo dinanzi ad una nutrita platea si è tenuto il convegno dal titolo “Rivitalizzazione del centro storico”.

L’incontro è stato il primo di una serie organizzata dall’amministrazione Tartaglione per confrontarsi con la cittadinanza sui temi cardine della pianificazione dello sviluppo urbano. Ha introdotto i lavori il sindaco Antonio Tartaglione che, nel salutare i convenuti, ha fornito le linee guida del progetto di rilancio del centro storico perseguito dall’esecutivo.

“Con l’eccessiva antropizzazione delle città – ha sottolineato il primo cittadino – sono sempre di più gli urbanisti che nella progettazione dei centri storici si rifanno alle proposte dei moderni centri commerciali, che appaiono, appunto quasi paradossalmente, come la strada da imboccare per promuovere un proficuo ritorno alle origini. Sulla scorta di questa premessa, saranno evidenti le ragioni che spingono l’attuale amministrazione a redigere un’ipotesi progettuale che si ponga su questa linea. Anche perché il centro storico marcianisano detiene già delle enormi potenzialità che attendono solo di essere adeguatamente sviluppate ed armonizzate in un più ampio piano che le valorizzi come punti di forza”.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore alle Politiche Territoriali, Domenico Di Carluccio, a cui è stato affidato anche il coordinamento dei lavori: “La pianificazione urbanistica deve articolarsi in due fasi. La prima finalizzata a sviluppare la vocazione agricola delle aree periferiche e che promuova quindi un ritorno alle origini. La seconda che si concentri invece sulla rivitalizzazione del centro storico, recuperandone la funzione di centro economico e di spazio aggregativo. L’amministrazione comunale attualmente si è dotata di un piano di recupero del centro storico che consente nelle aree storiche interventi edilizi, ma che da solo non è sufficiente al loro rilancio ed alla loro rivitalizzazione. Occorre attivare una serie di strategie condivise e partecipate per la definizione degli obiettivi. L’amministrazione intende con il nuovo Puc ridisegnare l’assetto del centro storico, individuando sull’intero territorio le aree, gli edifici ed i contesti urbani di notevole rilevanza storico- artistica”.

L’ammodernamento del Siad, e l’analisi delle criticità del centro storico da rilevare attraverso indagini condotte tra gli esercenti del territorio, sono stati i punti chiave sui quali si è incardinato l’intervento dell’assessore alle Attività Produttive, Dante Salzillo. “E’ importante – ha spiegato il delegato all’Annona – adottare strategie mirate che risolvano le criticità individuate attraverso interviste ai commercianti. Analogamente non è da trascurare la progettazione di un centro storico che possa dotarsi di attività settoriali che propongano prodotti specifici e che si pongano in netta linea concorrenziale rispetto alla grande distribuzione”.

A seguire il contributo di Luca Pietroluongo della ConfArtigianato: “I centri commerciali naturali rappresentano la nuova opportunità per riportare nei centri storici le attività commerciali ed artigianali. Per farlo è però necessario realizzare i servizi correlati, nonché destinare risorse alla riqualificazione dell’arredo urbano ed all’eliminazione delle barriere architettoniche”.

Dal canto suo, Andrea Laurenza, presidente del centro commerciale naturale marcianisano ha posto l’accento sulla valorizzazione della funzione sociale del centro storico come operazione propedeutica ad un suo rilancio economico; nonché sulla necessità di fornire agevolazioni fiscali agli investitori. Rilanciare il centro storico promuovendo una riqualificazione viaria e del sistema di pubblica illuminazione, incentivando la sicurezza e l’aggregazione sociale attraverso l’organizzazione di iniziative di rilievo culturale: questa la ricetta proposta da Antonio Zinzi, presidente della locale sezione della Confcommercio. Un excursus sulla toponomastica cittadina del secolo scorso è stato invece fatto da Donato Musone.

Ai margini del convegno il consigliere comunale Pier Luigi Salzillo ha preso la parola per annunciare che il prossimo giovedì l’amministrazione comunale incontrerà le associazioni dei cittadini interessate a contribuire alla pianificazione della rivitalizzazione del Palazzo della Cultura.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico