Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Esposito: “Nel Piano regionale rifiuti troppi inceneritori”

 RECALE. «Il Piano regionale dei rifiuti prevede la realizzazione di altri 4 impianti, di cui tre termovalorizzatori e un gassificatore tra Napoli, Salerno, Giugliano e Capua, per una potenza complessiva di incenerimento di 2 milioni di tonnellate.

Eppure, ci sono studi che dimostrano che la Campania potrebbe non avere bisogno di nulla, visto che ha una produzione totale di rifiuti di non oltre i 2,4 milioni di tonnellate. Qualcosa non torna». Lo ha denunciato Lucia Esposito, consigliere regionale e segretario della commissione Ambiente e energia, nell’intervento che, sabato scorso, a Recale, ha chiuso la quarta edizione del “Tagliando alla città”, organizzato da Cruna. «La Campania – ha aggiunto – avrebbe bisogno di altro: di impianti capaci di trattare gli scarti industriali e di impianti di compostaggio per l’umido, che scongiurino la produzione del percolato».

Della necessità di incrementare il compostaggio in Campania, l’unico modo per ridurre i costi della differenziata, ha parlato anche Vincenzo Cuomo, sindaco di Portici e presidente regionale dell’Anci. Cuomo ha illustrato, a un pubblico attento e numeroso, i punti di forza del piano rifiuti della sua città, con il quale è riuscito, in soli tre anni e a costo zero, a portare la raccolta differenziata dal 19 al 70%. «Molto utile è stato – ha detto – il confronto con i cittadini, che, a volte, ne sanno più degli amministratori. Ho ascoltato e ho messo a frutto i suggerimenti».

 Oggi, Portici, 60mila abitanti e una densità da città asiatica, è un Comune “virtuoso” e “riciclone”, prova che esistono nelle nostre terre comunità attente al problema dei rifiuti, più di quanto l’opinione pubblica locale e nazionale possano immaginare. Subito dopo il saluto inaugurale di don Franco Catrame, che anche quest’anno ha aperto la chiesa di Santa Maria Assunta per ospitare l’evento, Michele Lasco, portavoce di Cruna, ha presentato una relazione dell’attività svolta dall’associazione nel 2011. «Quello che si è chiuso è stato per noi – ha dichiarato – un anno ricco di impegni, con tanti fronti di lotta aperti, che stanno producendo risultati incoraggianti».

Quanto al giudizio sulla manifestazione, Lasco non ha dubbi: «Abbiamo offerto ai nostri concittadini un’occasione di approfondimento di alta qualità,che pare abbia raccolto un consenso unanime. A mio avviso, è stato il miglior “Tagliando” di sempre: questo, però, significa che per l’edizione 2013 dobbiamo inventarciqualcosa di ancora più bello».

Alla fine del dibattito, il sindaco Cuomo ha ricevuto la tessera di socio onorario di Cruna. In apertura, invece, un minuto di silenzio per commemorare Michele Silvestri, il militare italiano morto, poche ore prima del convegno, in Afghanistan in seguito a un attacco alla base del nostro contingente nella regione del Gulistan.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico