Italia

Romeno ucciso a Torvajanica, fermato il presunto killer

 ROMA. Fermato il presunto assassinodel 22enne romeno, S.D.,trovato in una pozza di sangue in via Ponente a Torvajanica, in provincia di Roma.

Ad individuarloi carabinieri della compagnia di Pomezia, dellalocale stazione e del nucleo investigativo di Frascati. Si tratta di un ventenne, P.V., incensurato e senzafissa dimora.

Il delitto sarenne avvenutoal culmine di una rissa in località Martin Pescatore, la notte del 5 marzo. La vittima sarebbe statapicchiata ripetutamente al volto e alla testa con calci e pugni, riportando ferite gravissime che ne hanno causato il decesso. Sulla base delle testimonianze raccolte e dell’identikit dell’autore, la procura di Velletri ha quindi emesso un provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico del ventenne romeno,che dovrà rispondere dell’accusadi omicidio. Il movente del delitto sarebbe riconducibile a vecchi rancori e litigi tra i due.

Continua, dunque, la scia di omicidi a Roma dall’inizio del 2012, iniziata con la tragica rapina di Torpignattara e l’uccisione del commerciante cinese Zhou Zeng e della figlioletta Joy, di appena 9 mesi. Uno degli assassini fu poi ritrovato impiccato. Altre vittime Antonio Maria Rinaldi, in via del Fontanile Arenato; Salvatore Polcino, trovato carbonizzato al Divino Amore. Mario Maida a Torrevecchia, Marco Zioni, nel mese di febbraio a Montespaccato; e Honorato Arturo Taipei Campos, trovato senza vita in un appartamento.

Sul fenomeno, però, lunedì ha fatto unaprecisazione Giorgio Ciardi, delegato alla Sicurezza di Roma Capitale, secondo cui l’ultimo delitto di Torvajanica testimonia come le violenze “non investono solo la città di Roma ma un’area più vasta che può toccare anche il territorio della provincia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico