Italia

Lavoro, pressing di Napolitano: “Serve accordo”

Giorgio NapolitanoROMA. Prosegue a ritmo serrato il confronto sulla riforma del mercato del lavoro. Dopo il vertice di questa notte con il ministro Elsa Fornero, un nuovo incontro informale dei leader delle parti sociali è iniziato alle 8,30 a Palazzo Chigi, presieduto dal premier, Mario Monti.

Per le parti sociali ci sono, tra gli altri, la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia e i segretari di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Parallelamente sarebbe partito un confronto a livello tecnico al ministero del Lavoro in via Veneto per la messa a punto del testo della riforma. Nel pomeriggio di martedì, alle 15.30, è convocato l’incontro formale a Palazzo Chigi.

Lunedì il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha esortato le stesse parti sociali affinché “mostrino di intendere che è il momento di far prevalere l’interesse generale su qualsiasi interesse e calcolo particolare. Sarebbe “grave – dice il capo dello Stato – la mancanza di un accordo”. Napolitano ha incontrato anche Monti e Fornero prima che questi avviasse l’ultimo confronto notturno con i leader sindacati. La volontà di una riforma condivisa è chiara anche dalle parole del ministro Fornero: “Un’intesa con le parti sociali ha un valore aggiunto rispetto a una riforma senza il loro consenso”, ha detto. L’incontro notturno. La giornata ieri si è chiusa con l’incontro tra Fornero e i “numeri uno” della Cgil, Susanna Camusso, della Cisl, Raffaele Bonanni, della Uil, Luigi Angeletti e dell’Ugl, Giovanni Centrella.

Sul tavolo la riforma del mercato del lavoro approfondendo in particolare il tema degli ammortizzatori sociali e quello dell’ordinamento dei contratti. Mentre non sarebbe stato approfondito il tema della flessibilità in uscita con il nodo dell’articolo 18. L’incontro è stato però interlocutorio, e secondo alcune fonti sindacali non ci sarebbe stato alcun avanzamento significativo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico