Italia

Casini: “Rinuncio ai benefit da ex presidente della Camera”

Pier Ferdinando Casini ROMA. In una lettera indirizzata al presidente della Camera, Gianfranco Fini, il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini ha annunciato di rinunciare da subito a tutti i benefit previsti per gli ex presidenti della Camera.

Nella lettera Casini scrive: “Ho avuto il privilegio di guidare la Camera dei deputati dal 2001 al 2006 e ritengo di averla servita con onestà ed equilibrio, come da più parti mi è stato riconosciuto. Ho preso atto delle decisioni assunte ieri, a maggioranza, dall’Ufficio di presidenza in relazione allo status degli ex presidenti. Ringrazio Lei ed i colleghi ma Le comunico che non intendo avvalermi della delibera e rinuncio, con effetto immediato, ad ogni attribuzione e benefit connessi a questo status”.

Giovedì l’ufficio di presidenza di Montecitorio aveva deciso che i benefici per gli ex presidenti della Camera non saranno più a vita, ma saranno limitati a dieci anni. “In particolare – si legge in una nota – si limitano le attribuzioni attualmente spettanti agli ex Presidenti per lo svolgimento delle loro attività politico-istituzionali solo per un periodo di dieci anni dalla data di cessazione dalla carica di Presidente”.

Per gli attuali ex presidenti, tra cui Casini, i benefici “sono riconosciuti per un periodo di dieci anni a decorrere dall’inizio della prossima legislatura a condizione che gli stessi continuino ad esercitare il mandato nella presente legislatura, ovvero che abbiano esercitato l’ultimo mandato nella quindicesima (la scorsa legislatura, ndr). Per coloro che sono cessati dal mandato parlamentare in una data anteriore, tali attribuzioni saranno riconosciute sino al termine della presente legislatura”.

“E’ un bene che Casini rinunci da subito ai suoi privilegi di ex presidente della Camera che una pessima decisione presa ieri gli avrebbe assicurato. – commenta Antonio Borghesi dell’Idv – Ci attendiamo ora che uomini di sinistra come Bertinotti e Violante facciano altrettanto e che Fini dichiari fin d’ora di rinunciarvi al termine del mandato. Solo così, forse, potrà essere posto rimedio a quanto di vergognoso ha stabilito giovedì la Camera”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico