Home

Conte: “Designazione Bergonzi singolare”

Antonio Conte Dopo silenzio stampa post Genova, Antonio Conte torna a parlare. Il tecnico della Juventus si presenta alla classica conferenza stampa della vigilia in vista dell’impegno della sua squadra contro la Fiorentina a Firenze nell’anticipo del sabato della 28esima giornata.

Una partita difficile per la quale è stato designato Bergonzi: “Bergonzi per me è un buon arbitro, è inevitabile che la decisione di designarlo per Fiorentina – Juve sia molto singolare visto quello che è successo pochi giorni fa. La partita è importante: noi inseguiamo un sogno, la Fiorentina si gioca la partita dell’anno. E questo ci deve riempire di soddisfazione. La domanda che ci poniamo tutti è questa: è stata la decisione più appropriata? La risposta l’avremo dopo la partita. Noi a fine gara in ogni caso non commenteremo l’operato dell’arbitro. Va bene che giochiamo sempre in posticipo. Una nuova norma per vietare agli allenatori di parlare degli arbitri sarebbe una buona soluzione, alla fine prima o poi tutti si lamentano”.

A Firenze si è trasferito Amauri lo scorso gennaio: “Lui sa bene cosa mi ha detto e cosa ha fatto. Quando lo incontrerò lo guarderò negli occhi, lui sa che posso guardarlo negli occhi. Ci siamo parlati due volte, e lui sa cosa ci siamo detti…”.Sulla formazione: “Bonucci e Vidal li convocherò. Sono stati ad una festa, alla quale dovevo esserci anche io con mia moglie. Per Chiellini vedrò ancora oggi. Parlerò con lui. Il campionato non finisce domani, deve essere recuperato al 100%”.

Il tecnico spiega, poi, la difficoltà dei suoi attaccanti di andare a rete: “L’assenza di gerarchie non toglie certezze ai miei attaccanti, sarebbe un discorso da squadra provinciale e non può essere un discorso da Juve poiché siamo una grande squadra. Una provinciale deve avere punti fermi. Noi non abbiamo un attaccante titolare rispetto agli altri. Le gerarchie le fa la settimana e il campo. Noi non abbiamo l’Ibrahimovic della situazione, questo è un altro discorso. Abbiamo tante prime punte che sugli esterni si adattano malvolentieri. Ho delle frecce, le metto in campo e spero che mi diano buoni risultati. I nostri pareggi non sono mai striminziti, sono sempre vittorie mancate. Giochiamo sempre per vincere. Sarei preoccupato se non tirassimo”.

Conte provoca Allegri: “Ho letto che Allegri dice che dovremmo stare zitti tutti. Noi l’abbiamo preso alla lettera, qui l’unico che continua a parlare è lui. A me spiace, perché ogni volta che deve parlare deve chiedere l’autorizzazione a Marotta. E Marotta mi ha detto di dire ad Allegri che ha la sua autorizzazione. Milan Barcellona di Champions ce la guardiamo in tv”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico