Home

Adriano: i guai non finiscono

AdrianoPeggiora sempre di più la situazione di Adriano. L’ex attaccante dell’Inter, che ormai fa più notizia per quello che combina fuori dal campo che per i suoi goal, continua a oscurare la sua immagine.

Infatti l’attuale club di appartenenza, ovvero il Corinthias, non punta più su di lui e lo stesso tecnico della squadra carioca Tite lo ha escluso dalla lista dei convocati per le partite contro Guarinì e Cluz Azul, un segno evidente della fiducia ormai persa. Il contratto dell’imperatore con la squadra del campionato paulista scade proprio nel prossimo giugno ma da parte della dirigenza ci sono molti dubbi sul rinnovo come conferma lo stesso direttore sportivo Roberto De Andrade in un’intervista:“Non posso dire che il suo futuro è compromesso ma stiamo osservando il suo atteggiamento. Aspettiamo fino alla fine del suo contratto per parlare del suo futuro, dipende da Adriano. Non e’ il Corinthians che rinnova il contratto ma è Adriano che rinnova col Corinthians…”.

Il ds dei brasiliani aveva in testa tutt’altro che questa situazione: “Ci aspettavamo una crescita e che fosse utile al club per parlare del rinnovo ma questo ancora non è avvenuto. Mancano ancora dei mesi da qui a giugno per fare le dovute valutazioni. Sarà Adriano a decidere il suo futuro, ha questi mesi per dimostrare di poter giocare nel Corinthians”.

Adriano che però,in un’intervista concessa ai microfoni di “Tv Globo” nella giornata di venerdì, aveva dichiarato: “Sto cominciando a entrare in forma, Tite parla molto con me, mi dice sempre che arriverà il mio momento. So che posso migliorare molto ancora, so quali sono le mie capacità, sto giocando solo nei fine settimana per entrare in forma nel più breve tempo possibile e non posso stare due giorni di fila senza allenarmi.Per essere al 100% ho bisogno ancora di un mese. Devo perdere ancora due chili. Ne peso 100, ma il mio peso ideale è di 98 chili. Ma aver giocato le ultime due partite mi ha aiutato”. Parole controcorrente. Chi la spunterà?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico