Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Ambito C2, Solidea: “Vogliamo solo porre fine ai disagi”

 CASAL DI PRINCIPE. Dopo la replica del dottor Alfredo Grado, coordinatore dell’Ambito Territoriale C2 presso l’Ufficio di Piano di Casal di Principe, che ha sottolineato di “non aver mai preso in giro nessuno” sulla vicenda degli arretrati alla cooperativa “Solidea”, …

… quest’ultima vuole chiarire l’intento della protesta messa in atto nei giorni scorsi nella casa comunale. “Da parte nostro non c’era alcuna intensione di ledere l’immagine del dottor Grado, né dei suoi collaboratori, piuttosto sottolineare come i mancati pagamenti abbiano provocato e provochino disagio sia a lavoratori che ai fruitori del servizio da alcuni mesi inesistente. E’ chiaro quanto sia difficile la situazione in cui si è costretti a lavorare nell’Ambito C2 e siamo altrettanto consapevoli che la cooperativa Solidea non è l’unica ad avere gestito i servizi del piano sociale di zona né l’unica a richiederne le spettanze. D’altronde, non abbiamo mai affermato il contrario”.

“Ci sembra fondamentale, inoltre, far presente – continuano dalla cooperativa – che non siamo a conoscenza di alcuna determina di liquidazione, oltre a quelle risalenti al 28 dicembre 2011, e che a tutt’oggi non risulta ancora emesso alcun mandato. Risulta inviata nota a firma del dottor Grado, indirizzata al commissario e segretario generale, circa la verifica dei servizi resi (protocollo 111 del 3 gennaio 2012). Precisiamo anche che, in data 27 febbraio 2012, al protocollo numero 2597, abbiamo chiesto al commissario prefettizio, e per conoscenza alla Procura della Repubblica, le motivazioni delle giacenze delle determine presso l’ufficio ragioneria per un periodo alquanto lungo senza un’apparente motivazione. Tali richieste, però, non hanno ricevuto alcuna risposta”.

“A fronte della situazione creatasi, – concludono dalla cooperativa – invitiamo tutti i responsabili a cercare una soluzione pratica a questo problema territoriale, evitando sterili polemiche che avrebbero come unico risultato quello di ostacolare il raggiungimento di un obiettivo comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico