Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Nonno Pasquale spegne 100 candeline

Pasquale IannielloCASAGIOVE. Occhi da furbetto che sembravano voler abbracciare la platea di amici e parenti accorsi presso la sala consiliare, folti baffi bianchi dietro i quali si intravedeva un rassicurante sorriso; questo è il volto di Pasquale Ianniello, il nuovo centenario della comunità casagiovese.

Nonno Pasquale in questa giornata si è trovato al centro dell’attenzione, e non solo per il raggiungimento del tanto agognato traguardo che gli ha permesso di spegnere le 100 candeline. L’uomo infatti, è riconosciuto come uno dei membri degni della maggior stima nella sua comunità. Ianniello ha scandito gli anni della sua esistenza con la passione e la dedizione per il proprio lavoro ed una’impeccabile condotta di vita, che ne hanno fatto un punto di riferimento per la sua numerosa famiglia e per i suoi concittadini.

Il protagonista di oggi, oltre ad essere tra i soci più anziani della banca di San Vincenzo de’ Paoli di Casagiove, ha esercitato con professionalità l’attività di barbiere per piu’ di cinquant’anni. Nelle relazioni professionali come in quelle umane si è sempre distinto per la sua vicinanza al prossimo e la sua spontaneità. Queste qualità sono riconosciute dalla cittadinanza che, attraverso la cerimonia mattutina, ha voluto far sentire l’affetto e la stima che Pasquale si è meritato nel corso degli anni.

A suggellare l’evento, inoltre, il sindaco Elpidio Russo, quale rappresentante dell’amministrazione locale, gli ha fatto dono di una targa commemorativa per l’evento. La festa, tuttavia, non è finita qui. Il capostipite degli Ianniello, non è solo un punto di riferimento per la sua città, ma soprattutto è la stella polare per la sua famiglia. Pasquale è riuscito a trasmettere i suoi valori a tutta la sua piccola tribù; ora composta da 4 figli, 10 nipoti e 7 pronipoti, legati tra loro a doppio filo dai sentimenti dell’amore e del rispetto reciproco. In suo onore si è tenuto, in serata, un mega rinfresco che ha coinvolto 100 tra parenti ed amici più vicini.

 Il sindaco Russo premia IannielloIl festeggiato ha affrontato quest’ultima “prova” con composta commozione; quella stessa compostezza e bontà d’animo traspare dal suo sguardo. I suoi occhi, divenuti lucidi davanti a tanto affetto, hanno dovuto assistere agli orrori di due guerre, alle miserie ed alla povertà italiana, alle tirannie ideologiche e fin ultimo alle crisi economiche e sociali.

Ianniello ha affrontato tutti gli eventi, piu’ o meno grandiosi, che si sono succeduti in 20 lustri, senza mai scendere a compromessi e sempre fedele a se stesso. Questo gli ha permesso di attraversare il secolo a testa alta e con lo sguardo sereno di chi sa di aver trasformato la sua vita in un esempio per le nuove generazioni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico