Aversa

Sagliocco, “l’altra Udc” prende le distanze

Antonio FarinaroAVERSA. La scelta dell’Udc di aderire alla candidatura a sindaco di Sagliocco ha scatenato una sorta di fronda in quella parte dei centristi (Antonio Farinaro, Mimmo Bisceglia) che non intende subire l’imposizione del presidente Domenico Zinzi.

Notte di contatti quella appena trascorsa e anche la giornata odierna con Pd, Sel, Psi e alcune civiche per dare vita ad una sorta di governo trasversale con una rosa di candidati a sindaco che ricomprende il commercialista Massimo Della Volpe, l’ex parlamentare e attuale capogruppo del Gruppo Unico delle Autonomie Paolo Santulli, il segretario cittadino dei democratici Mariano D’Amore. Quest’ultimo, che già aveva avuto l’investitura dal proprio partito, da Sel e Psi, si sarebbe detto pronto a fare un passo indietro se ci sarà una coalizione più ampia. Prende tempo il rappresentante cittadino di Futuro e Libertà, Pino Cannavale, che, chiamato a far parte di questa alleanza trasversale, ha chiesto, per la sua parte politica, una pausa di riflessione, tenuto conto di queste continue evoluzioni.

A prendere le distanze anche Aversa Bene Comune, dove, però, risalgono le quotazioni di Lello Ferrara, ex sindaco Ds, quale candidato a sindaco, anche se quest’ultimo, contattato personalmente, ha, per l’ennesima volta negato, affermando che si tratta di un’esperienza già fatta e che non intende ripetere, sebbene sia stata positiva.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico