Aversa

Pista di atletica nell’area demaniale tra Aversa e Carinaro

 AVERSA. “La pista di atletica ad Aversa è finalmente una realtà”. Ad annunciarlo è un raggiante Paolo Santulli, promotore, ‘finanziatore’ e delegato.

Con una recente delibera del Comune di Aversa che definisce gli indirizzi per il progetto siamo passati finalmente alla fase realizzativa, successivamente si dovrà fare solo la gara di appalto per la quale il finanziamento è già da diversi anni a disposizione dell’Ente, grazie al finanziamento di un milione e settecentomila euro che nel 2004 l’allora deputato Santulli ottenne dal Ministero dell’Economia per questa opera. Dopo aver avuto specifico incarico dal sindaco Domenico Ciaramella, Santulli ha lavorato in silenzio perché le difficoltà potevano moltiplicarsi con eventuali interferenze.

“Dopo un accordo con il Demanio, successivamente all’ottenimento gratuito del trasferimento della proprietà del suolo, che confina con Carinaro, e dopo un accordo quest’ultimo Comune, – ha dichiarato l’esponente centrista – si è definita l’ubicazione dell’importante opera pubblica, che sarà realizzata su un’area di oltre 25mila metri quadrati, insistente nella più ampia area dell’ex ‘Piazza d’Armi’ già campo profughi tra Aversa e Carinaro”.

“Il Comune di Carinaro, con Aversa, – ha continuato Santulli – parteciperà alla gestione dell’impianto ed inoltre continuerà ad avere la sua bella villa comunale, che ricordiamo è sul suolo di Aversa, ma con questo accordo rimarrà in uso e in esercizio a Carinaro. Le difficoltà e gli intoppi sono stati tantissimi, di diversa natura, però grazie alla collaborazione del sindaco Mario Masi e dell’amministrazione comunale di Carinaro è stato tutto più facile”.

“Nella città di Aversa – ha concluso Santulli – sono necessari gli impianti sportivi, ma non c’è suolo pubblico a sufficienza per poter realizzare opere di tale portata, quei pochi rimasti, sono privati, molto costosi. La realizzazione è prevista in dodici mesi dall’affidamento dei lavori, che avverrà, presumibilmente,non prima della fine di giugno, al termine della gara di appalto. Auguriamoci che il turnover amministrativo, che si avrà con le elezioni del prossimo maggio, non rallenterà l’esecuzione di questa già troppo ‘avversata’, ed evidentemente non troppo amata, pista di atletica leggera”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico