Aversa

Appalti, Sagliocco chiede l’intervento del Prefetto

da sin. Capasso e SaglioccoAVERSA. Nasce il grande centro con la benedizione di Giuseppe Sagliocco, che non perde l’occasione per accusare l’amministrazione Ciaramella di scarsa trasparenza negli appalti, tanto da chiedere un incontro con il prefetto di Caserta.

Ma, andiamo per ordine. Domenica mattina, nell’auditorium “Caianiello” dell’ex macello, “Noi Aversani” si è presentato agli aversani indicando la propria idea di Città, del cambiamento, della voglia di fare, con gli interventi del presidente del consiglio comunale Nicola Verde del capogruppo Rosario Capasso del consigliere Nico Nobis, dell’avvocato Paolo Galluccio, di Ciro Coscione e del professor Francesco de Paola, ai quali ha fatto eco Sagliocco che ha ribadito la prevalenza dei fatti sulle parole, affermando che “i cittadini sono stanchi di essere attenzionati e sollecitati solo alla scadenza di appuntamenti elettorali”.

“Si è sottolineato – ha dichiarato a latere Capasso – la necessità di stabilire regoli certe e generali. Regole spesso, anzi, sempre disattese in questi anni dalla attuale amministrazione”. Amministrazione alla quale, sino ad un anno e mezzo fa, appartenevano anche i consiglieri sagliocchiani. “La legalità, la trasparenza, concetti spesso sacrificati all’altare della discrezionalità, motivo per cui chiediamo un appuntamento con il prefetto di Caserta. Appuntamento – è stato affermato – afferente la procedura delle ultime gare di appalto a farsi innanzi alla stazione unica appaltante per quanto concerne, via Vito di Jasi e Viale Olimpico, oltre a quella prevista per la sosta a pagamento”. “Bisogna ripartire dai cittadini, dalla gente questo è importante, ascoltare l’esigenza dei commercianti, della classe operaia, delle fasce deboli e dei diversamente abili, questa è la pietra miliare del movimentio civico Noi Aversani. La città di Aversa è candidata ad essere fioriera del turismo e del commercio”.

Con queste premesse si vuole dare vita al grande centro con Udc, Alleanza di Centro, rappresentata ad Aversa da Gennaro Vargas, Forza del Sud di Miccichè, rappresentata da Paride Amoroso, Fli rappresentato da Pino Cannavale e con l’auspicio di aprire una riflessione politica-programmatica con il Nuovo Psi, oltre a coloro che si sentiranno di condividere questo nuovo corso. La sensazione è che, subito dopo le elezioni, alle quali Sagliocco potrebbe partecipare da candidato a sindaco, il suo movimento entrerà ufficialmente nel partito di Domenico Zinzi, con il quale ha raggiunto un accordo elettorale.

Tornando all’incontro, è stato sottolineato come per Noi Aversani “gli impegni non finiranno con le elezioni ma inizieranno. Quello che per gli altri è la fine di un percorso per noi è l’inizio. Regolamentare gli standard urbanistici, rispettare il Prg come redatto dal professor Vittorini, bandire anzi non bandire affatto una nuova gara per la sosta a pagamento, l’ente comune dovrebbe gestire direttamente la sosta senza intermediari (spesso discutibili), utilizzare i proventi per migliorare la vivibilità e soprattutto la sicurezza stradale, argomenti di primaria importanza ma di fatto relegati a questioni di poco conto. Affrontare il problema acquedotto non con la privatizzazione come è intenzione di questa amministrazione ma di potenziarlo e cercare di evitare gli sprechi che rappresentano il 40% del consumo reale. Stabilire regole certe e generali che valgono nei confronti di tutti e a vantaggio esclusivo della città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico