Aversa

A Spasso con la Storia apre con il “Galileo” di Renato Carpentieri

Renato CarpentieriAVERSA. Sono state un successo l’anteprima e la conferenza stampa di “A Spasso con la Storia” riservate ad autorità e giornalisti che hanno risposto numerosi all’invito rivolto dagli organizzatori.

Per loro una versione straordinaria del percorso di “Attraversa il Mito” che ha fatto vivere uno spettacolo nello spettacolo iniziato con l’introduzione, affidata a Giovanni Granatina, che ha narrato la storia del mito e condotto i presenti all’interno dell’antico Complesso Monumentale di San Francesco, proseguito con la scena di Renato Carpentieri, che ha interpretato, con il “Fulgenzio” Alessandro Errico, Galileo Galilei, e concluso con una conferenza stampa all’interno dello spettacolo stesso.

In meno di un’ora tutti hanno potuto assaporare il clima di “A Spasso con la Storia” ed entrare in punta di piedi in questo mondo che ha lasciato stupito anche chi non era prima mai entrato in contatto. Soddisfatto il presidente dell’Associazione Italiana Domenico Cimarosa, Enzo Maiorca, che ha ricordato ai presenti il cammino che la kermesse ha compiuto negli anni maturando sempre più e diventando uno degli eventi di riferimento del territorio al punto da riuscire a trovare quest’anno, per la sesta edizione – come ha poi aggiunto il responsabile marketing Giacomo Arpaia – tanti sponsor che hanno permesso alla kermesse di essere più forte e realizzare un evento di maggiore respiro con l’annessione del percorso enogastronomico.

clicca per ingrandire

A prendere la parola, poi, Gina Oliva, presidente di Golem Teatro e costumista di “A Spasso con la Storia”, Giovanni Granatina, ideatore, regista e direttore artistico dello spettacolo, e Giovanni Del Prete, autore e regista di “Attraversa il Mito”. Per loro anche evidente la soddisfazione per aver realizzato quest’anno uno spettacolo impegnativo ma in grado di stupire gli spettatori, esclusivamente con le proprie forze ed i sacrifici condivisi con l’organizzazione.

Ed in ultimo, ma solo perché ospite straordinario, Renato Carpentieri: «Quando sono stato contatto per “A Spasso con la Storia” – ha dichiarato – sono stato subito affascinato dal progetto dello spettacolo ma anche dalla straordinaria location in cui si tiene. Per me interpretare il Galileo Galilei di Bertolt Brecht ha significato realizzare un sogno». «Uno spettacolo come “A Spasso con la Storia” – ha concluso il noto attore – credo che rappresenti il futuro del teatro. La cultura deve sempre andare avanti».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico