Orta di Atella

Brancaccio: “Vogliono distruggermi a danno di tutta la comunità”

Angelo Brancaccio ORTA DI ATELLA. Cari concittadini, trovo sommamente giusto portarvi a conoscenza che il 3 febbraio scorso alcuni parlamentari del Pd sollecitati dai dirigenti e consiglieri comunali, …

… quali il segretario Domenico Iovinella, il capogruppo Gianfranco Piccirillo e i consiglieri Rega, Roseto e De Micco, hanno presentato un’interrogazione parlamentare con la quale chiedono di nominare la Commissione d’Accesso. Per dirla con chiarezza, il Partito Democratico ortese vuole riportare la commissione straordinaria nel nostro Comune. Che cosa significhi questo, lo avete già sperimentato sulla vostra pelle quando nel 2008 e nel 2009 i commissari prefettizi portarono le tassazioni alle stelle (Ici – Tarsu – passi carrai – acque e quant’altro) e deliberarono aumenti, i cui effetti li state pagando ancora oggi.

Come Sindaco, posso affermare senza tema di smentita che la mia Amministrazione in questi due anni ha operato non solo in maniera trasparente ma addirittura cristallina, di conseguenza la Commissione d’Accesso non ci creerebbe nessun patema d’animo dal momento che andrebbe a cancellare qualche sospetto che maliziosamente, qualcuno ha adombrato sull’attività della mia Amministrazione.

Ma il punto non è questo, cari concittadini; quello che veramente preoccupa l’ormai smascherato obiettivo “politico” di queste persone: distruggere il sottoscritto senza preoccupazione per i danni che volutamente arrecherebbero all’intera comunità. Infatti uno degli scopi che si prefiggono è quello di far annullare la proroga di due anni che ho concesso che permettono di regolarizzare le vostre attività commerciali sprovviste di autorizzazioni.

In buona sostanza, ritenendo scorretta tale proroga, Iovinella, Piccirillo, Roseto e De Micco sostengono che le vostre attività vanno chiuse, subito! E chissenefrega se centinaia di famiglie andrebbero sul lastrico non potendo neppure disporre di un euro per sostenere i propri figli e le proprie figlie; l’importante è colpire il Sindaco, gli altri, i cittadini ai quali hanno magari pure chiesto il voto, vadano in malora! Voi sapete, cari concittadini, che ho messo in campo tutte le energie possibili e tutti gli strumenti che la legge consente, informandone puntualmente anche organi superiori come la Prefettura, per consentire una normalizzazione ed un riequilibrio della delicata questione urbanistica.

Tutto ciò è stato fatto per non vanificare i sacrifici di una vita che tanti di voi hanno fatto e consentirvi di beneficiare della vostra casa nel rispetto delle leggi! Ma questo non va bene a Iovinella, Piccirillo, Roseto e De Micco, i quali continuano a sostenere che quegli atti sono illegittimi, che si appellano alla Commissione con il dichiarato intento di chiedere la confisca e l’abbattimento delle vostre case. Io come tutti i consiglieri di maggioranza non ho interessi da difendere, per cui è facile dedurre che il loro odio personale arriva al punto da spezzare e calpestare il vostro sogno di avere una casa e che, per questo state adesso utilizzando le opportunità che la legge consente per mettervi in regola.

Cari concittadini, la questione di cui ho informato sono anche oggetto di una mozione di sfiducia che le stesse persone, più qualche altro consigliere hanno presentato nei miei confronti e che si discuterà sabato mattina 18 febbraio, in Consiglio comunale. Decidete voi se appoggiare questa amministrazione o gli “sfascisti” che vogliono la commissione.

Il sindaco Angelo Brancaccio

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico