Lusciano

La Bussola scrive a Fattore: “Ritiri le dimissioni”

 LUSCIANO. Egregio Signor Sindaco, l’associazione culturale “La Bussola”, prendendo le distanze dalle discussioni che coinvolgono l’attuale vita amministrativa e premesso di essere equidistante da ogni apparato politico …

… e quindi, di appartenere a un altro mondo, quello della società civile che si rimbocca le maniche, si affaccia con entusiasmo, passione e che, si sente impegnata in un ruolo di servizio al cittadino. Dopo attenta lettura della Sua lettera di dimissioni da Sindaco, con La presente, noi de “La Bussola” abbiamo deciso di far appello alla Sua sensibilità e di Tutti gli Amministratori del nostro Comune ad un senso di responsabilità e sforzo di compattezza utile e necessario per superare il tremendo periodo di crisi economica, finanziaria e sociale che la comunità luscianese insieme al Paese, sta iniziando a vivere.

A nostro avviso e di tanti luscianesi che non hanno avuto modo di esprimere la loro solidarietà; le Sue dimissioni e il conseguente scioglimento del Consiglio Comunale, porterà il Nostro Lusciano ad affondare le radici in una sofferenza politica che lo vedrà, per un prossimo periodo, retrocedere verso un passato politico che i luscianesi pensavano di aver archiviato.

Caro Sindaco, inoltre, ci appelliamo alle Sue parole riportate nella lettera: “senso di coraggio, il coraggio di una forte autonomia di pensiero”; noi de – La Bussola – a quel coraggio facciamo appello affinchè, riveda la Sua decisione e di rendere atto a qualsiasi “strategia” che possa creare nuove condizioni a tutela del territorio ed evitare un’ulteriore sconfitta e amarezza per i Suoi compaesani; senza dimenticare la Sua onestà intellettuale e d’animo che, secondo i luscianesi più longevi, somiglia tanto a quello di un altro sindaco di Lusciano a Lei, tanto caro, il dottor Federico Fattore.

Il nostro auspicio é chiaro: “Sindaco ritira le dimissioni” e, intraveda una possibile e concreta soluzione alle difficoltà che hanno pervaso la Sua persona, che non dia ascolto alle gratuite maldicenze radicate, purtroppo, nella nostra cultura quotidiana e, insieme a tutti gli amministratori del Comune di Lusciano, trovare condizioni e un clima di collaborazione Politica (quella con la “P” maiuscola) più solida, più unita, necessarie per tessere un equilibrio socio – politico, una sutura della struttura per la risoluzione dei tanti problemi che attanagliano la convivenza civile, lo sviluppo della collettività e, non lasciare il Nostro amato Lusciano senza un comando in una “tempestosa politica” ma, di poter trovare “l’orientamento” giusto per una nuova epica.

A conclusione di questa lettera – La Bussola – chiede all’intera classe Politica (maggioranza e opposizione) il giusto raccordo, la giusta coesione e, non solo buone intenzioni, belle parole, bei annunci; i Luscianesi vogliono i fatti, quindi, a tal merito, non esimiamo nessuno dalle responsabilità politiche di amministratori, perché avete avuto mandato dai cittadini e, per tanto, avete il dovere di rispettare i programmi e di creare azioni tale da migliorare Lusciano evitando tormentose discussioni che non fanno altro che sterilizzare la vera Politica degna di questo territorio. Lusciano non può e non merita di essere “oggetto” di situazioni che possono innescare meccanismi che potrebbero traghettarlo in un ampio e grave baratro.

L’associazione “La Bussola”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico