Home

Trapattoni: “Questa Juventus somiglia alla mia Inter”

Giovanni Trapattoni Giovanni Trapattoni segue la serie A e fa il punto su alcune tematiche principali delle ultime settimane. Il Trap è intervenuto a Sky.

Ibra sta passando un momento strano ma resta la sua forza poiché come lui non ce ne sono in Europa: “Credo che tutto il valore di Ibrahimovic sia costituito da quello che fa e dai gol che ha sempre fatto. Ci sono delle situazioni che gli vengono precluse anche nell’esprimersi perché è un giocatore con certe caratteristiche, anche più fisiche. Se negli spazi stretti non gli vengono forniti certi palloni, è difficile che possa realizzarli. In effetti lui, quando ha gli spazi, riesce anche a fare dei colpi non indifferenti. Tutto è anche in funzione di ciò che gli avversari a volte permettono e non permettono. Se gli chiudono i suggerimenti sulle fasce esterne, soffre di più”.

Inter e Juve come sono viste dal Trapattoni?. “L’Inter deve solo assolutamente migliorare. Può farlo se Ranieri opera non tanto per andare nell’immediatezza alla ricerca dei risultati, ma solo gradualmente, magari deludendo un po’ le aspettative immediate dei tifosi. Ma, sicuramente, è in grado di poter recuperare. La Juve è proiettata, è scattata la scintilla, ha carattere, mentalità, equilibrio. In questo momento vedo la Juve simile alla mia Inter quando, per i primi tempi, era da assestare, poi quando abbiamo preso il via ci abbiamo creduto, siamo partiti e non abbiamo più perso una partita”.

Guardiola meno forte se via da Barcellona? “Partiamo da un presupposto: l’allenatore è bravo, lo è stato anche con dei grandi giocatori. Quindi, non a volte, il più delle volte i giocatori sono quelli che ti fanno vincere e, attraverso la loro bravura, fantasia, creatività, ottengono dei risultati. Dopo c’è anche, da parte dell’allenatore, un’analisi, un’attenzione a ciò che c’è da correggere perché deve anche portare idee, correzioni, le sue esperienze. Quindi, indubbiamente, per un allenatore che vince sempre, se va in un’altra squadra, dipende dal prodotto che ha. Se non vince, deve rimanere a un certo livello”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico