Home

Mazzarri suona la carica: “Dobbiamo vincere a tutti i costi”

Walter MazzarriRecuperare la marcia di inizio campionato vincendo in qualsiasi modo. E’ questo il messaggio di Walter Mazzarri per il suo Napoli, prossimo ad affrontare il Chievo nel posticipo di lunedì al San Paolo.

“Daremo il massimo per tornare a vincere, in qualsiasi modo- dice il tecnico-. La squadra ed io abbiam parlato a cuore aperto coi tifosi in questi giorni. Io vorrei che ci fossero tanti tifosi domani al San Paolo, perché è una partita importante ed è arrivato il momento di attingere di nuovo a certi attributi che ci hanno contraddistinto nella scorsa stagione. Faccio un appello ai nostri tifosi: è unperiodoin cui le cosenon ci girano al meglio ed abbiamo bisogno del loro supporto. I ragazzi stanno dando il massimo come volontà ed impegno. Non stiamo riuscendo a conquistare risultati importantiin campionato ma la squadra è viva e vuole dare il meglio sempre a partire da domani. Ci serve un risultato positivo, in qualsiasi modo arrivi. Per noi adesso è più importante il risultato che la prestazione”.

Qual è stata la preparazione che mentalmente Mazzarri ha voluto dare alla squadra: “Io parlo sempre con i miei uomini e loro sanno che è un momento cruciale della stagione.Vogliamo ritrovare il successo con le squadre tecnicamente meno blasonate, almenosulla carta. Considerando un quadro generale non è cambiato nulla, dico solamente che dobbiamo ritrovare l’umiltà per saper lottare con tutti, grandi e piccole, essere agonisticamente feroci come lo siamo stati l’anno scorso. Questo chiedo ai ragazzi. Se ritroviamo questi principi e questi valori saremo completi, perché dal punto di vista del gioco siamo sempre propositivi. Detto ciò, bisogna anche dire che gli episodi non ci sono statifavorevoli in campo, non stiamo avendo particolare fortuna ma sono certo che lavorando come abbiamo sempre fatto anche la sorte ci sorriderà. Io sono convinto che da qui alla fine della stagione potremo solo crescere. Dobbiamo solo far passare questo periodo non brillante e poi vedrete che gli episodi gireranno a nostro favore”.

C’è voglia di riscatto tra i giocatori? “Noi siamo uniti, il gruppo è solido ed ha tanta voglia di dimostrare il proprio valore. Personalmente io sono soddisfatto di ciò che abbiamo fatto sinora perchè per linee generali abbiamo rispettato i nostri obiettivi principali. L’anno scorso a quest’ora eravamo fuori dalla Coppa Italia, l’Inter ci aveva eliminato. Adesso, invece, siamo in semifinale e possiamoancora conquistarela finale. Il campionato è ancora aperto e tra poco avremo la possibilità di cercare un altro miracolo in Champions League. I giocatori sono cresciuti tutti individualmente come esperienza, ed ancora tanto cresceranno. Tutto questo per me è il raggiungimento di un traguardo importantissimo soprattutto in prospettiva futura”.

Possibile turnover? “Ho bisogno di dare linfa fresca alla squadra, stiamo giocando ogni tre giorni e c’è pochissimo tempo per allenarsi. Chi andrà in campo dovrà essere capace di battagliare palla su palla. La nostra umiltà si deve vedere nella capacità di combattere alla ari con l’avversario. Una volta che l’attenzione è massima, poi vengono fuori i valori tecnici che spesso sono dalla nostra parte. Domani voglio una bella risposta da chi andrà in campo”.

Inler scenderà in campo: “Giocherà dall’inizio, in questo periodo ha tirato un po’ il fiato, ora sta bene e darà il suo apporto importante.Il San Paolodovrà sostenere lui e tutti gli uomini che andranno in campo. C’è grande feeling con la gente di Napoli, sanno che io sono il primo garante dell’impegno della squadra. E credo che proprio in questo momento particolare meritiamo l’appoggio del nostro pubblico. Non dimentichiamo cosa hanno fatto questi ragazzi in questi anni. Ed è proprio in virtù di ciò di straordinarioottenuto sinora che chiedo ai tifosidi esserci vicini, di stare tutti uniti per cercare un risultato che possa essere positivo in modo tale da poter crescere ancora nelle prossime partite. Siamo in corsa su tre fronti e sono proprio curioso di vedere da qui in avanti dove saremo capaci di arrivare…”.

Quale sarà il futuro da allenatore dell’attuale tecnico azzurro? “Sapete che non mi faccio distrarre da questi discorsi. Ringrazio chi fa apprezzamenti a me personalmenteo alla squadra, e di questo siamo orgogliosi. Io però penso solo al Napoli. Ho un contratto fino al 2013 e del resto mi interessa poco. Sono concentrato partita dopo partita per cercare di ottenere il massimo con questa squadra. La mia testa è solo alla gara di domani”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico