Campania

260 tonnellate di alimenti scaduti sequestrate nel Napoletano

Guardia di FinanzaNAPOLI. 260 tonnellate di alimenti in cattivo stato di conservazione sono state sequestrate a Napoli dalla Guardia di Finanza.

In particolare, nel corso di una maxi operazione in materia di sicurezza alimentare, i militari della Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre 300mila barattoli di conserva di pomodoro ed alimenti vari (frutta sciroppata, legumi, etc.). I barattoli di latta erano privi di etichetta, arrugginiti, ammaccati e molti forati.

La merce è stata scoperta all’interno di un capannone il cui titolare era privo delle autorizzazioni sanitarie. Nell’opificio, sono stati sorpresi sei lavoratori in nero, e rinvenuti diversi macchinari per staccare le etichette originali dalle confezioni, “ravvivare” il metallo, togliere la ruggine e le ammaccature, e per apporre, successivamente, una diversa etichetta con una nuova data di scadenza.

Di dubbia provenienza, la merce veniva nuovamente etichettata per essere commercializzata. Infatti, i barattoli sono risultati privi della scritta indelebile che identifica il luogo, l’anno e il giorno di produzione rendendo di fatto impossibile qualsiasi tipo di tracciabilità del prodotto.

Oltre al cibo scaduto e ad oltre 121mila etichette, sequestrati il capannone di circa 600 metri quadrati e otto macchinari, mentre il titolare della ditta, V.B., di 60 anni, è stato deferito all’autorità giudiziaria di Nola (Napoli).

Sono tuttora in corso indagini per individuare l’origine e la destinazione dei prodotti, oltre ad analisi chimiche e batteriologiche, a cura dell’Asl, per accertarne l’eventuale nocività.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico