Aversa

Strisce blu, rivoluzione in atto

 AVERSA. Facilitazioni per i residenti, libertà di parcheggio per i disabili, abbonamenti agevolati per i lavoratori pendolari, gratuità nei giorni festivi.

La giunta comunale di Aversa ha varato, nella tarda mattinata di venerdì, il nuovo disciplinare che detta le regole del servizio di parcheggio a pagamento in vista della prossima gara di appalto. L’amministrazione comunale, infatti, si sta attivando per dare il via (sarà, poi, quella che uscirà dalle urne ad espletarla) alla gara per l’assegnazione del servizio di gestione delle strisce blu, dopo che la prefettura aveva negato il certificato antimafia all’attuale ditta, la scorsa estate. Attualmente, il servizio viene svolto in regime di prorogatio da questa stessa ditta.

“Abbiamo approvato – ha dichiarato il sindaco Domenico Ciaramella – il disciplinare di gara che andremo a consegnare al dirigente del settore polizia municipale, per consentirgli il varo della gara”. Nella pratica, come ha tenuto ad evidenziare il primo cittadino, “l’amministrazione ha fatto proprie le istanze giunte dai cittadini e dalle associazioni ed ha apportato una serie di modifiche rilevanti alla situazione attuale”.

L’esecutivo di centrodestra ha diviso la città in cinque zone, contraddistinte dalle lettere da A a E con i residenti che potranno parcheggiare in ogni stallo della zona di appartenenza previo l’acquisto di un tagliando che costerà venti euro l’anno per auto, con la possibilità di ottenere più tagliandi per nucleo familiare, a seconda delle vetture possedute in totale. Ovviamente, nelle altre zone della città, gli aversani che si spostano dovranno pagare la tariffa prevista per la singola zona.

Novità anche per i disabili. Finirà, infatti, in soffitta la polemica sulla quantità di strisce gialle a loro destinate. Quando queste saranno occupate, infatti, i disabili potranno occupare gratis, esponendo il relativo tagliando, anche le strisce blu. Inoltre, in alcune zone strategiche, soprattutto quelle vicine a stazioni di ferrovia e metropolitana, possibilità di parcheggiare a 0,50 l’ora o a 1,50 per mezza giornata.

Altra novitàper i pendolari, che potranno stipulare abbonamenti a massimo trenta euro mensili, in pratica un euro al giorno. Con l’avvio del nuovo corso dovrebbe finire in soffitta anche la polemica sul pagamento della sosta nei giorni festivi. Il parcheggio negli stalli sarà gratuito in tutta la città con l’eccezione della zona centralissima di piazza Municipio.

Tutte queste novità positive sono state compensate, per non pesare troppo sulla ditta che andrà ad assicurarsi il servizio, fermo restando gli attuali stalli bianchi gratuiti, da un aumento degli stalli a pagamento, ovvero delle famigerate strisce blu che vedono un aumento di settecento. “Questo numero – è ancora Ciaramella a parlare – non deve trarre in inganno, perché di questi nuovi posti praticamente la metà sono quelli previsti presso la nuova sede della fiera settimanale del sabato”.

“Con questo provvedimento – ha concluso il sindaco – abbiamo recepito una serie di istanze che erano state avanzate dagli aversani. Non abbiamo la velleità di aver fatto tutto e siamo pronti a recepire proposte valide e non strumentali”.

Nel corso della stessa seduta, l’esecutivo ha approvato una variante in corso d’opera relativa alla realizzazione di 300 loculi cimiteriali. Poiché questi copriranno un fabbisogno di circa 18 mesi, si è avviato l’iter per la realizzazione di altri 1000 loculi. “Questo – ha concluso Ciaramella, che non potrà essere ricandidato – significa che non ci siamo fermati al contingente, ma abbiamo pensato anche al futuro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico