Aversa

Piazza San Domenico, allarme dei residenti

 AVERSA. Non solo strade gruviera, anche le piazze della città sono in condizioni pietose. In alcune mancano addirittura lastre di basolato e tutto quello che l’amministrazione sa fare è circoscrivere le zone a rischio con nastro rosso e bianco, …

… senza provvedere a dare assicurazioni sulla sicurezza delle aree stesse, malgrado siano sottoposte ad un carico veicolare quotidiano continuo e incessate. Succede in piazza San Nicola, dove non si contano più le lastre della pavimentazione sconnesse o parzialmente saltate, in piazza Municipio dove la pavimentazione di alcune aree di sosta presenta lastre mobili, anche troppo, ma in entrambi i casi non segnalate in alcun modo, e in piazza San Domenico. Ed è questo il caso più grave dove da circa due mesi è possibile ammirare una sorta di gabbia realizzata con tondini di ferro e nastro rosso e bianco che circonda una buca creata dalla mancanza di una lastra della pavimentazione.

A segnalare l’inconveniente sono i frequentatori del bar posto in piazza che temono uno sprofondamento della zona. “Guardando il buco da vicino – dice Giuseppe che è solito fare colazione nel bar – ci si rende conto che c’è il vuoto sotto le lastre poste intorno al buco, cosicché potrebbero cedere per effetto delle vibrazioni della strada prodotte dal passaggio delle automobili”. “Che – aggiunge – continuano ad essere parcheggiate nella piazza, anche a ridosso della gabbia fatta con il nastro”. Proprio così, per la presenza dell’ufficio del Giudice di Pace la piazza ospita decine di autovetture che pesano su una pavimentazione che sembra non essere particolarmente solida, perché la presenza del vuoto è evidente, almeno, sotto le lastre immediatamente vicine a quella mancante.

“Chi garantisce che il pericolo c’è solo nell’area delimitata dalla gabbia?” domanda Giuseppe. “E poi -aggiunge – è mai possibile che dopo aver constato l’esistenza del problema e segnalato il pericolo circondando la buca ai responsabili comunali del settore non bastino due mesi per mettere a posto?”. “Possibile – chiede Giuseppe – che per intervenire aspettino che aumenti il dissesto della pavimentazione e che qualche automobile sprofondi creando magari anche danni a persone e cose”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico