Aversa

Ingegneria elettronica, la Sun “esporta” in Francia la ricerca

Facoltà di Ingegneria di AversaAVERSA. Nella giornata del 2 febbraio, nell’aula magna della Facoltà di Ingegneria di Aversa, il dottor Giuliano Raimondo ha presentato la sua tesi di dottorato in co-tutela italo-francese …

… dal titolo “Miglioramento della qualità dell’energia elettrica nelle sottostazioni ferroviarie 25kV/50Hz mediante l’impiego di Impedenze Controllate da Chopper”. La tesi è stata sviluppata nel quadro di una collaborazione tra la Seconda Università degli Studi di Napoli, l’Université de Toulouse e l’operatore nazionale delle ferrovie francesi Sncf (Société Nationale des Chemins de fer Français) che ha finanziato il progetto di ricerca.

La commissione esaminatrice era composta dal professor Del Pizzo della “Federico II” nel ruolo di presidente, il professor Yves Lembey dell’Université Joseph Fourier di Grenouble, l’ingegner Hervé Caron della Sncf e l’ingegner Luigi Accardo di AnsaldoBreda. I direttori di tesi, che hanno coordinato il lavoro di ricerca sono il professor Pompeo Marino, del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, e il professor Philippe Ladoux, dell’Institut National Polytechnique de Toulouse.

La co-tutela di tesi è stata svolta dal dottor Raimondo durante gli ultimi tre anni con periodi alterni di permanenza presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione in Aversa e il centro di ricerca Laplace (Laboratoire Pasma et Conversion d’Energie) di Toulouse. Inoltre, alcune delle attività sperimentali sono state sviluppate presso sottostazioni di alimentazione della rete ferroviaria francese oltre che nel centro prove della Sncf a Vitry (Parigi).

La tesi di dottorato ha previsto il rilascio di un titolo di studio riconosciuto da entrambi gli Stati. In particolare, al dottor Raimondo viene conferito dalla Seconda Università degli Studi di Napoli il titolo di “Dottore di Ricerca in conversione dell’energia elettrica” mentre gli viene conferito il titolo di “Docteur en génie électrique” dall’Université de Toulouse.

Nell’ambito della convenzione-quadro tra le istituzioni universitarie partner, ma su un diverso progetto di ricerca, è in corso lo svolgimento un’altra tesi di dottorato in co-tutela su cui lavora l’ingegner Nicola Serbia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico