Aversa

Consiglio: il ricordo di Fiore Palmieri, poi “guerra” sull’Ambito C3

 AVERSA. Seduta di Consiglio comunale movimentata, quella di giovedì 2 febbraio, con all’ordine del giorno la surroga della consigliera comunale Imma Lama, eletta nella lista di Nuovo Sud, dimessasi per motivi personali, che è stata sostituita dal primo dei non eletti Gaetano Jommelli.

Non c’è stata, invece, per scelta, la surroga del compianto Fiore Palmieri, deceduto domenica scorsa, con il primo dei non eletti della lista Popolari Normanni Nico Nobis. “Potevamo aveva dichiarato il sindaco Mimmo Ciaramella alla vigilia della seduta – inserire questa sostituzione ma non ci è parso opportuno affrettare i tempi. Ci sarà un altro consiglio comunale a breve, appositamente convocato, che potrà essere utilizzato anche per discutere mozioni e interrogazioni”. Solo qualche parola di ricordo, quindi, dal presidente del consiglio comunale Nicola Verde e dallo stesso sindaco Ciaramella.

A dare vita da un lungo dibattito, invece, la discussione di una mozione presentata dal gruppo consiliare di “Noi Aversani” e dai consiglieri Raffaele Pellegrino, Francesco Gatto, Pasquale Morra e Amedeo Cecere, sul blocco dei servizi erogati dall’ambito socio-sanitario C3. L’argomento, spinoso e doloroso, come ha dimostrato la presenza di familiari degli assistiti e di rappresentanti delle cooperative che si occupano del servizio di assistenza, è stato illustrato dall’assessore al ramo Vincenzo Lanzetta che, così come ha fatto successivamente anche il sindaco, che le amministrazioni ben poco possono fare per la parte sanitaria del problema.

Sottolineato anche che si può operare, in mancanza di bilancio, solo in dodicesimi, cosa già fatta, e che Aversa, da parte sua, ha sottoscritto già il protocollo d’intesa per dare operatività al sistema. Ciaramella, in particolare, ricorda che la Regione Campania ha previsto, anche su impulso del Comune, per superare l’impasse, la nomina di un commissario, ma che sino ad oggi non lo ha, di fatto, nominato. Il problema di fondo sarebbe sulla disputa tra Casaluce e Succivo per la carica di Comune capofila. “Una carica – ha concluso Ciaramella – che non ci interessa, tanto che abbiamo già fatto tutti i nostri adempimenti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico