Santa Maria C. V. - San Tammaro

Lite tra automobilista e parcheggiatore abusivo finisce a “ombrellate”

 SANTA MARIA CV. Scena surreale che poteva sfiorare la tragedia, quella avvenuta nel pieno centro sammaritano in orario di punta.

Passanti e commercianti, che si trovavano in piazza Matteotti verso le 12, hanno assistito ad un alterco tra un automobilista ed un parcheggiatore abusivo che è sfociato in un riprovevole atto di violenza. Un ventottenne di Curti, dopo aver parcheggiato la vettura, si è visto avvicinare da un anziano signore, sprovvisto di autorizzazione a richiedere il parcheggio, che gli ha intimato di versare un obolo per poter sostare in quel punto. Tra i due è nato un violento battibecco nel quale, alla fermezza del giovane a denunciare l’abusivismo del parcheggiatore, si opponeva una sorta di diritto consuetudinario, maturato dal settantasettenne nel corso del tempo. Bisogna rilevare che, l’intera zona adiacente al Duomo cittadino è regolamentata per la sosta da strisce blu e relativo parchimetro, ma evidentemente ciò poco importa all’anziano.

La discussione è terminata, complice la pioggerellina, nell’uso improprio dell’ombrello da parte dell’“ausiliare della sosta aggiunto”, che lo hascagliato contro il volto dello sfortunato automobilista. Questi ha riportato una profonda lacerazione alla parte alta del viso e, per pochi centimetri, non è stato colpito all’occhio sinistro. Il sangue che scorreva copioso ha richiamato l’attenzione dei vari esercenti che hanno prestato soccorso immediato allo sventurato, cercando di tamponare l’emorragia. Il Comando dei Carabinieri, avvisato prontamente, ha invece consigliato il giovane di recarsi al nosocomio pubblico per farsi rilasciare il referto dell’accaduto, in quanto il loro intervento sarebbe stato improbabile.

Intanto, mentre la gente discorreva se era il caso di liberalizzare la professione di parcheggiatore abusivo, ripercorrendo la falsariga attuale del governo italiano, oppure di istituire il porto d’armi per gli ombrelli a punta, il vegliardo è rimasto lì, imperterrito. Solo alla fine, in cambio di una mancata denuncia, ha assicurato al malcapitato che, se in futuro vorrà parcheggiare in quella zona, lo potrà fare gratuitamente; si occuperà lui di non fargli prendere la multa dagli ausiliari, quelli “almeno formalmente” autorizzati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico