Orta di Atella

Brancaccio all’opposizione: “Siamo noi che vi sfiduciamo”

Angelo BrancaccioORTA DI ATELLA. “Siamo noi che vi sfiduciamo”. Così, in una nota, il gruppo di maggioranza guidato dal sindaco Angelo Brancaccio, alla luce della mozione di sfiducia presentata dall’opposizione.

Il primo cittadino, insieme al vicesindaco Giovanni Sorvillo, agli assessori Rosa Minichino, Alfonso Di Giorgio, Giuseppe Mozzillo, Stefano Del Prete, Eduardo Indaco, al capogruppo Raffaele Capasso, e ai consiglieri Nicola D’Ambrosio, Raffaele Elveri, Massimo Lavino, Antonio Marroccella, Eleonora Misso, scrive:

Ancora una volta il variegato arcipelago delle opposizioni consiliari mostra in maniera inequivocabile il suo vero ed unico obbiettivo “politico”: perseguire ad ogni costo la cosiddetta “via giudiziaria” pur di ostacolare ogni tentativo dell’amministrazione brancaccio di pervenire a soluzioni, perfettamente legittime sotto il profilo del rispetto delle leggi e delle norme vigenti, che vadano incontro alle legittime aspirazioni della cittadinanza ortese. Prova ne e’ la mozione di sfiducia presentata pochi giorni orsono che, al di là dei contenuti che saranno puntualmente scardinati in consiglio comunale, contiene esclusivamente una serie di messaggi trasversali tesi, nella loro fervida fantasia, ad “impaurire” i consiglieri di maggioranza che “osassero” votare la fiducia all’attuale governo cittadino.

Stiano tranquilli i nostri variegati consiglieri perché tutti “oseranno” votare la fiducia; tutti i consiglieri e gli assessori di questa maggioranza consapevolmente daranno in maniera netta ed inequivocabile il loro sostegno ad un esecutivo che ha a cuore solo ed esclusivamente l’interesse dell’intera comunità e dell’intero territorio che rappresenta.

Non si illudano i nostri oppositori, la gente ha capito di che pasta siete fatti; la gente ha compreso benissimo che non siete in grado di fare una sola proposta per il suo bene; la gente ha perfettamente inteso che siete dei “travestiti politici” in cerca di vendette personali e che agite nell’esclusivo interesse vostro e di chi vi copre le spalle; la gente ha visto e capito che in questi due anni non siete riusciti a mettere sul piatto della discussione una sola, unica soluzione di un qualsivoglia problema.

La popolazione ortese ha capito che siete sublimi nella vergognosa pratica di gettare palate di fango sul vostro paese sui vostri concittadini. Perché altrimenti direste voi al popolo come si risolvono le questioni urbanistiche, o quelle ambientali, o quelle scolastiche e quelle sociali! Ma non lo dite per il semplice fatto che non sapreste mai cosa dire e cosa fare, molto meglio allora scrivere alle procure, alla prefettura, ai carabinieri nel vano e patetico tentativo di delegittimare per altre vie quello che non siete capaci di fare sul piano politico e amministrativo.

Allora un consiglio ve lo diamo noi: dimettetevi. Dimettetevi perché non siete in grado di rappresentare neppure chi vi ha votato, dimettetevi perché molti di voi hanno più scheletri nell’armadio di un ossario cimiteriale, dimettetevi perché la gente è stanca di politicanti che salgono e scendono dal carro a seconda delle proprie convenienze.

La maggioranza che sostiene questa amministrazione, sia consiliare che politica, sa che dovrà sostenere anche il peso della vostra pochezza e delle vostre negligenze, ma lo farà compatta e unita senza lasciarsi condizionare da messaggi di chiara intimidazione politica che la dicono lunga sulle vostre qualità morali e sulle pratiche che più vi sono confacenti>>.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico