Esteri

Afghanistan, uccisi 4 soldati francesi. Sarkozy sospende operazioni

Nicolas SarkozyPARIGI. “Non posso accettare che dei soldati afgani sparino su dei soldati francesi”.

Sono queste le parole del presidente francese, Nicolas Sarkozy, davanti al copro diplomatico riunito all’Eliseo, alla diffusione della notizia della morte dei quattro soldati francesi uccisi in Afghanistan.

Sarkò, precisando che il ministro della Difesa, Gerard Longuet, andrà immediatamente in Afghanistan, ha annunciato che sono state sospese le attività di addestramento sul territorio e che viene preso in considerazione un ritiro anticipato delle truppe. “Se le condizioni di sicurezza non sono chiaramente ristabilite – ha detto il capo dell’Eliseo – allora si porrà la questione di un ritiro anticipato dell’esercito francese”.

L’attacco ai francesi è avvenuto alle 8, ore locali, ad opera di un uomo che indossava l’uniforme dell’esercito afgano nell’est del Paese, nella Valle di Taghab, nella provincia orientale di Kapisa. Sono rimasti feriti altri 16 militari. L’Isaf ha confermato l’avvenuta cattura dell’attentatore. Dal 2001 sono 82 i soldati francesi uccisi in Afghanistan.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico