Aversa

Vigili urbani, il bilancio del 2011

 AVERSA. La Polizia Municipale di Aversa ha reso pubblico il bilancio della propria attività nel 2011. Gli accertamenti di violazioni delle norme del Codice della Strada sono stati circa 25mila di sanzioni applicate di 1,54 milioni di euro.

Le rimozioni di auto in sosta vietata o perché sprovviste di assicurazione obbligatoria sono state oltre 1.700. In particolare, aumentano gli accertamenti per mancanza di copertura assicurativa: 580 per un importo complessivo delle sanzioni applicate di 370mila euro.

Il 2011 è stato anche l’anno dell’intensificazione dei controlli in materia di trasporto scolastico abusivo, fenomeno che ha notevole incidenza sulla sicurezza delle persone trasportate: sono stati svolti oltre 200 controlli con 42 sanzioni applicate per uso di veicoli in difformità alle prescrizioni della carta di circolazione o per trasporto abusivo di studenti, con conseguente ritiro della carta di circolazione. Sempre sul fronte della sicurezza della circolazione, si segnala che circa 100 sono stati i verbali per mancata revisione periodica del veicolo.

Circa mille le sanzioni per sosta sui marciapiedi, causa certamente dei limitati spazi per la sosta ma anche della scarsa “fiducia” nei controlli. Spesso l’automobilista sosta nella speranza di farla franca, convinto che non ci siano adeguati controlli, salvo poi rimanere dispiaciuto della sanzione. In città decisamente si è stabilizzato l’uso del casco in moto, anche se il numero dei verbali complessivi ammonta a circa 500. Il personale ha precise direttive di prestare la massima attenzione a questo fenomeno che tanto significativamente incide sull’immagine di una Città civile e rispettosa delle regole.

Costanti sono stati i controlli in materia edilizia, con oltre 400 sopralluoghi svolti dal personale assegnato a questa attività e in materia commerciale. In questo ultimo ambito, il personale è stato impegnato oltre che nel controllo delle attività abusive anche nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie. Nel complesso nel corso del 2011 sono state applicate sanzioni per circa 100 mila euro.

Gli accertamenti in materia di deposito rifiuti operati dalla polizia municipale di Aversa dall’inizio del 2011 sono 960, ben 670 dei quali a carico di cittadini non residenti, ovvero circa il 70% del totale. Le zone maggiormente interessate ai controlli sono state al confine con i comuni dell’Agro.

Sono stati sanzionati anche cittadini residenti a Napoli o altri comuni della Provincia di Napoli colti nell’atto di depositare rifiuti in violazione dettate dal Comune di Aversa con specifiche ordinanze del Sindaco. La motivazione più comune delle persone verbalizzate è che nei comuni di appartenenza sono stati rimossi i cassonetti. I controlli sono stati intensificati a partire dal 21 ottobre, data dalla quale sono stati redatti ben 320 accertamenti, 220 dei quali a carico di non residenti, ovvero oltre l’80% del totale.

I comuni i cui cittadini più spesso hanno sversato rifiuti sul territorio comunale sono San Marcellino, Frignano, Giugliano, Villa di Briano, Lusciano e Teverola. Le sanzioni comminate con gli accertamenti in materia di sversamento rifiuti ammontano nel complesso ad oltre 60mila euro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico