Trentola Ducenta

Differenziata e consulenze: Griffo replica ad Apicella e Picone

Michele Griffo TRENTOLA DUCENTA. “Le osservazioni mosse da Michele Apicella, presidente dell’associazione Eureka, e da Nicola Picone, pur avendone compreso le intenzioni costruttive, meritano un’attenta ed articolata risposta che parte dalla precisazione che esse non rispondono completamente alla realtà”.

Esordisce così il sindaco Michele Griffo nel ribattere ai rilievi mossi verso il suo operato. “Innanzitutto, va precisato – continua il primo cittadino – che la situazione relativa alla raccolta differenziata che abbiamo trovato al momento dell’insediamento era disastrosa con percentuali ridotte ai minimi termini. Inoltre, nessun bar, nessun ristorante e nessun condominio effettuava tale tipo di raccolta. Con l’impegno di tutti, compreso l’intero consiglio comunale, è stata avviata una minuziosa opera di rilancio della raccolta porta a porta in città, un’opera che ha visto la maggior parte dei cittadini rispondere in maniera collaborativa e positiva e che ci ha portati dal 5% di gennaio al 44% di differenziata raggiunto a settembre. È chiaro che in una siffatta situazione con controlli a tappeto sia potuto capitare qualche errore, anche se il sistema di raccolta porta a porta consente di individuare con precisione i trasgressori e, in alcuni casi, esistono anche prove fotografiche di persone che non conferivano i rifiuti in maniera regolare, senza contare che prima delle multe sono state notificate note di diffida. Posso assicurare che tra le circa trecento multe elevate i casi di errore sono pressoché nulli. Tuttavia, per i casi in cui si dovessero riscontrare imprecisioni o inesattezze sono pronto a rimediare. Sta di fatto che laddove sono state comminate multe il problema è stato risolto come in via ex Alifana, via Bologna, via Trieste, via Lucrezio, via Mulino vecchio, piazza Pime, diventata una vergogna per la città. In questi posti i cumuli di rifiuti sono spariti come d’incanto. Pochi sono ancora i punti critici, vedi Liceo Scientifico, via Cottolengo angolo con la Chiesa e pochi altri, ma alta è l’attenzione per cui contiamo di recuperarli presto alla normalità. Per la verità, le multe hanno avuto anche un altro effetto: quello di risvegliare lo spirito maligno e malevolo di qualche vecchia zitella capace di partorire solo ricorsi anonimi”.

“Relativamente alle osservazioni di Apicella – aggiunge Griffo – in merito alla raccolta del vetro, esse sono pienamente condivise tant’è che tra pochi giorni saranno rimosse le campane e sarà avviata la raccolta del vetro porta a porta. Per i rilievi mossi da Picone, in merito alle consulenze, posso assicurare che continuerò a portare avanti quanto promesso in campagna elettorale: tagliare tutte le spese inutili. A tal proposito, va precisato che la consulenza legale, a fronte di una spesa annua di 4.500 euro, ha già portato un risparmio di circa 80mila euro per riduzione di parcelle e contestazione di richieste di risarcimento danni, mentre l’incarico relativo all’ufficio tecnico, per una spesa di 2.500 euro annui, produrrà progetti per l’ammodernamento della città per svariati milioni di euro. Di incarichi così sarei disposto a darne altri centomila”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico