Succivo

Pd: “La ‘Primavera’ ha ingannato tutti”

 SUCCIVO. “Chi si aspettava l’arrivo della bella stagione è stato deluso. La primavera ha ingannato tutti. Infatti, in questi primi mesi, l’attuale maggioranza si è mostrata arrogante e incapace!”.

Così esordisce il circolo del Pd di Succivo nel lanciare un nuovo affondo all’amministrazione comunale. “I nostri giovani consiglieri, – continuano i democratici – fino ad oggi, con il loro atteggiamento hanno violato e male interpretato le regole della buona amministrazione, producendo atti, sotto l’aspetto legale, carenti e deficitari. Impadronendosi di vecchi concetti e abusati atteggiamenti, hanno piegato ad interessi privati l’interesse pubblico, ignorando le esigenze dei cittadini che dovrebbero rappresentare. In questi mesi la nostra prodiga amministrazione ha lavorato indefessamente, giorno e notte, per pagare le prime cambiali firmate durante la campagna elettorale. Inserendosi in un basso gioco politico è riuscita a saldare il debito. Prima cambiale: contributo di cinquemila euro per i minori a rischio. Atto che ha avuto, come unico risultato concreto, quello di favorire la parrocchia. Di tanta amorevole attenzione noi non possiamo che esserne grati. Grazie davvero! Per pagare la seconda cambiale hanno operato uno ‘scippo’ del casale di Teverolaccio. Infatti, la gestione è stata affidata, in modo arbitrario ed attraverso forzature legali, ai fratelli Pascale, diventati i ‘proprietari’ di Teverolaccio. A nulla è servita la protesta dei cittadini e delle altre associazioni. Per zittire tutti, la maggioranza ha palesato, come scusa, la preoccupazione per la perdita dei finanziamenti. Ci chiediamo, ma 96 voti valgono il casale di Teverolaccio? Il valore del tesoro di tutti i succivesi è così basso? Noi crediamo di no. Grazie davvero! Questo vi ha reso veramente altruisti. Terza cambiale: facendo i soliti interessi di combriccola, il sindaco, con decreto numero 39 del 11 ottobre 2011, ha nominato un candidato non eletto nella lista Primavera come portavoce del Comune con uno stipendio mensile di 600 euro. Tutto questo in barba alla disastrosa situazione finanziaria delle casse comunali. Grazie davvero! Questo vi ha reso veramente disinteressati. Attoniti, – concludono dal Pd – non riusciamo a proferire verbo tant’è la grande delusione per l’inganno. Basta! Il nostro paese non merita di essere maltrattato dai ‘primaverini’ senza cuore e cervello”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico