Sant’Arpino

Navarro Valls incontra PulciNellaMente

da sin. Navarro Valls ed Elpidio IorioSANT’ARPINO. Ha iniziato a muovere i primi passi, in questi giorni, la XIV Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente”, che si svolgerà a Sant’Arpino dal 27 aprile al 6 maggio prossimi.

La macchina organizzativa della Giffoni del Teatro Scuola, come di consueto, si è messa in moto con l’ufficializzazione del bando della nuova edizione al Ministero dell’Istruzione che nelle prossime settimane provvederà a diramarlo alle scuole di ogni ordine e grado d’Italia. Anche quest’anno i promotori stanno studiano una serie di proposte e idee in grado di elevare sempre più il prestigio e il livello qualitativo di un evento che, passo dopo passo, nel volgere di alcuni anni, è riuscito a ritagliarsi uno spazio di grande visibilità nel panorama artistico-culturale campano e nazionale.
Il team organizzativo, guidato da Elpidio Iorio, Antonio Iavazzo e Carmela Barbato, inizia già a svelare uno dei nomi che sarà al fianco di PulciNellaMente nell’anno 2012. Un personaggio di caratura mondiale, testimone e protagonista dei più importanti eventi della fine del secolo scorso, maestro di comunicazione nonché uomo di fiducia del grande Pontefice Giovanni Paolo II: si tratta del professore Joaquìn Navarro Valls, che con entusiasmo e convinzione ha deciso di condividere il percorso di PulciNellaMente. Nei giorni scorsi si è tenuto un primo briefing operativo nello studio romano del giornalista e medico spagnolo che si è confrontato su idee e progetti innovativi che caratterizzeranno l’edizione 2012 di PulciNellaMente.
E per fare entrare, sin da subito, Navarro Valls nel clima atellano, il direttore generale della Rassegna Elpidio Iorio ha donato al portavoce di Karol Wojtyla il simbolo della rassegna, il Maccus. I fratelli Mario e Antonio Esposito, fondatori della Marlen, hanno invece donato a Navarro Valls – che attualmente ricopre le funzioni di Presidente della Fondazione Telecom Italia – una speciale penna, copia di quelle usate dai capi religiosi per sottoscrivere gli accordi sanciti nell’incontro interreligioso di Napoli del 2007. Il Presidente Navarro Valls, con la sua proverbiale eleganza e cortesia, ha suggerito delle importanti tematiche su cui si concentrerà nelle settimane a venire il lavoro dei promotori dell’evento.
“Joaquìn Navarro Valls non ha tradito le nostre aspettative – dichiara Elpidio Iorio – con la semplicità, l’umiltà, la forza delle idee e della cultura che lo caratterizza ha accolto l’invito a sostenere il nostro progetto non solo di arte ma anche di crescita umana e sviluppo sociale. E’ un uomo che ha toccato la storia al fianco di un protagonista del secolo scorso: Giovanni Paolo II. Ci ha raccontato tantissimi aneddoti sul Pontefice, tra cui la sua straordinaria passione per il teatro, di cui riconosceva il valore e le possibilità educative. Ha sottolineato, infine, che gli artisti – che il Santo Padre definiva geniali costruttori di bellezza – con la loro opera sono capaci di sviluppare una proficua cooperazione tra l’arte e la Chiesa, riscoprendo la profondità della dimensione spirituale e religiosa, che ha caratterizzato in ogni tempo l’arte nelle sue più nobili forme espressive”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico