Sant’Arpino

I baby del Santarpino affondano l’Aenaria

Antonio Esposito MarroccellaSANT’ARPINO. Il Santarpino Calcio torna alla vittoria sette giorni dopo l’incredibile sconfitta casalinga maturata contro il Miano.

Quella contro i napoletani, infatti, sarà ricordata come la partita “maledetta” un rigore parato, un palo, un incrocio dei pali e numerose occasioni sprecate. In ogni caso, i tre punti conquistati in casa dell’Aenaria(2-1) nel derby fratricida tra i fratelli Salatiello, ha consegnato al Santarpino Calcio nuove certezze. Infatti, le certezze giungono soprattutto dai giovani. Non è un caso che le due reti portano la firma di due calciatori in età di lega, si tratta di Antonio Esposito Marroccella, classe ’93 e Eddy Mansour, classe 95’. Tutte le squadre saranno sottoposte a metodiche di allenamento, esercitazioni tecnico tattiche e sistema di gioco, in base ovviamente alla categoria del giocatore, sotto stretta osservazione del direttore Cavuoti e da mister Salatiello. Questo, a garanzia del giocatore in fase di formazione con il proposito di far crescere sia l’atleta sia l’individuo.

Per la continuità del progetto chiesto dal presidente Angelino portata avanti dal direttore generale giallorosso Tullio Cavuoti. In questo scorcio di stagione hanno già esordito Gianluca Verde, attaccante classe 95’, Alessio Tesone, centrocampista classe 95’, e Antonio Esposito Marroccella, difensore classe 93’. Grazie alla qualità dei vecchi e dei nuovi innesti, lo spartito di mister Emiliano Salatiello anche in questa nuova stagione sembra funzionare in maniera impeccabile.

Una promozione sfiorata nel massimo campionato di eccellenza, una fase di playoff senza conoscere la sconfitta, in classifica seconda nella regular Seasons scendendo in campo con un manipolo di “giovanotti” non è cosa da poco. In sintonia con il tecnico della formazione maggiore, Emiliano Salatiello, la scuola calcio, cosi come tutti i team che fanno parte del settore giovanile, dovranno osservare regole a unisono conformi alle esigenze tecniche della squadra maggiore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico