Sant’Arpino

Bagarre in Municipio, la maggioranza al Pd: “Vergogna”

 SANT’ARPINO. Ancora una volta il Partito Democratico e lo stesso “Terminator“ Del Prete scendono in campo per difendere l’indifendibile.

Qualche anno fa il Pd attaccava l’Amministrazione Comunale per la gara del “Patronato” in cui era interessato il capogruppo Del Prete. Oggi solidarizza con lo stesso Del Prete dopo che, con un atteggiamento inqualificabile, ha verbalmente aggredito il vicesegretario comunale solo perché stava svolgendo il suo lavoro. La storia ha dell’incredibile e purtroppo si ripete. Così come si ripete quasi tutti i giorni la presenza negli uffici comunali del consigliere Del Prete alla ricerca continua di scontri-diverbi-alterchi sia con quasi tutti i dipendenti , sia con quasi tutti i consiglieri comunali. E’ un fatto noto a tutti, tranne che al Partito Democratico che finge di non sapere che il proprio capogruppo, dopo l’esito della gara sul “Patronato” ha iniziato una vera e propria crociata contro l’Amministrazione prendendo di “mira” alcuni dipendenti che hanno la sola colpa di fare il proprio dovere.
Sempre lo stesso “Terminator” Del Prete, lo sanno tutti, tranne gli impalpabili consiglieri comunali del Pd, nelle sedute di Consiglio Comunale ha spesso scantonato sia con il Presidente del Consiglio , sia con altri consiglieri ed assessori. Invece di scrivere menzogne nei vostri comunicati andatevi a rapportare con i dipendenti comunali e riceverete l’elenco di tutte le volte in cui il vostro capogruppo viene in Comune e crea scompigli e disagi tra gli dipendenti andando alla continua ricerca di scontri anche fisici. Cosa notoria a tutti tranne agli ineffabili esponenti del Partito Democratico che invece con malizia e cattiveria caricano il loro consigliere a pallettoni per vedere l’effetto che fa. Vergogna. State difendendo un consigliere comunale indifendibile che proditoriamente ha impedito al Vice Segretario comunale di svolgere il lavoro al quale è deputato per legge e regolamento. E nel fare ciò ha anche usato toni e parole sprezzanti nei confronti del funzionario alla presenza di decine di persone. C’è solo da vergognarsi a pensare che costui riveste la carica di consigliere comunale e in quanto capogruppo vi rappresenta tutti insieme.
Ma se quella apparsa su Pupia è la vostra posizione ufficiale vuol dire che siete ben rappresentati! Ma al di là dei modi incivili usati dal consigliere per allontanare il funzionario verbalizzante, vi siete chiesti perché Del Prete non voleva la verbalizzazione del funzionario? E vi siete chiesti perché quando ha capito che doveva essere lui ad andarsene (se non voleva che si rispettasse la legge) è andato dal Segretario Comunale a chiedere la sostituzione del verbalizzante? Perché il consigliere Del Prete ce l’ha così tanto con l’avvocato Compagnone? Forse perché faceva parte della commissione che ha deciso la gara sul “Patronato”?
Alleanza Democratica per Sant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico