Santa Maria C. V. - San Tammaro

Rauso: “Non possiamo deludere le aspettative della città”

Gaetano RausoSANTA MARIA CV. Un consigliere di maggioranza che ha combattuto strenuamente contro il malaffare e contro il malgoverno che ha imperversato in questa città per circa due decenni, non può fare a meno di rammentare alle forze politiche che oggi governano Santa Maria gli impegni assunti con la città.

Una coalizione votata dal Popolo con la certezza che le promesse fatte in campagna elettorale sarebbero state mantenute deve essere coerente . Questa è la mia aspettativa e quella di tutti i veri Sammaritani che non si può disilludere, anche a costo di sacrificare gli interessi personali e mettere in pericolo appoggi e consiliatura.

Chi si è impegnato per far trionfare questo progetto, deve tralasciare ogni mira personalistica e pensare esclusivamente a quello di cui ha bisogno la popolazione di Santa Maria. E’ vero questo compito è molto gravoso, Ma è necessaria una svolta radicale sia nel modo di governare la città che nell’intendere la Politica. Tutti aspettavamo che si ponesse mano alla soluzione dei tanti problemi che negli anni si sono accumulati e che si sono aggravati a causa di una gestione dell’Ente che tutti hanno definito disastrosa.

I problemi connessi al Tribunale, all’Ospedale, al Palazzo Melzi, all’Ex Italtel, all’Ex Tabacchificio, all’ex Politeama, all’ex Mulino Parisi,alla viabilità, specie quella del rione C1 nord, alle costruzioni effettuate in difformità al Prg, al mancato pagamento degli oneri di urbanizzazione, al cattivo utilizzo del personale comunale, alle scuole che hanno bisogno di essere messe a norma e ristrutturate, alle spese inutili, alle opere pubbliche pagate e non realizzate a regola d’arte, alle strade dissestate, alla mancate cessione degli standard, ecc….,aspettano una soluzione drastica che non può tardare. Oltre a quelli sopra elencati, oggi dobbiamo affrontare il problema del Tribunale Civile, la cui soluzione, chi scrive l’aveva, da tempo individuata con la costruzione di un nuovo edificio nell’ex Caserma Mario Fiore. Oggi, però, con la scelleratezza della vecchia amministrazione e l’assenso del Commissario Prefettizio si è arrivati ad un’assurda decisione di utilizzare edifici collocati in zone decentrate e, inaudito,costruiti in difformità alle leggi edilizie.

Questo Consiglio Comunale è orfano di alcune persone alle quali va la mia stima incondizionata e che avrebbero potuto appoggiarmi nella battaglia che è necessario intraprendere per far trionfare la Giustizia, la Legalità e la Buona Amministrazione. Quelle stesse persone che hanno lottato per far uscire allo scoperto tante illegalità ed inadempienze commesse negli anni. Ma tutta la coalizione che ha l’onore e l’onere di governare Santa Maria ha la possibilità di dare un segnale deciso, un segnale di una vera svolta.

Mi aspetto che sia dato corso a tutto quanto è stato il tema di una battaglia strenua combattuta dalla Associazioni , cominciando dalla gestione delle risorse umane, perché chi percepisce uno stipendio se lo deve guadagnare e deve operare nell’interesse dell’Ente e della Popolazione che viene amministrata. Chi ha sbagliato deve essere rimosso, senza alcuno sconto. Santa Maria ha bisogno di nuove iniziative imprenditoriali, non di continuare a proteggere progetti speculatori nascondendosi dietro l’eterno scaricabarile.

Gaetano Rauso

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico