San Marcellino

“Scuola Amica”, i genitori si riuniscono in associazione

 SAN MARCELLINO. Nella serata di mercoledì 12 ottobre, con la redazione dell’apposito atto costitutivo, è nata definitivamente “l’Associazione dei Genitori Scuola Amica San Marcellino”.

Si è proceduto, inoltre, nella stessa serata, alla formazione dell’organo direttivo e quest’ultimo, insieme ad altri soci, ha eletto il presidente della neo associazione, la cui scelta è ricaduta su Alfonso Borzachiello. Durante il primo appuntamento del sodalizio, che si terrà venerdì 14 ottobre, alle ore 17.30, in via Vieste, nei pressi del ristorante ‘La Pergola’, sarà reso definitivamente pubblico l’intero statuto e sarà quella occasione di incontro, durante la quale potranno essere effettuate nuove adesioni da parte di tutti coloro che hanno voglia e volontà di partecipazione al nuovo progetto.

Ed è proprio il neo presidente Borzachiello a specificare i fini della nuova associazione: “Scuola amica non è assolutamente intenzionata a trovare un capro espiatorio su cui riversare il malcontento causato dalle condizioni in cui versiamo oggi, se sia stata colpa della maggioranza attuale o di quella di ieri. Alla neo associazione interessa che l’amministrazione comunale si attivi immediatamente a risolvere i tanti problemi che stanno ledendo i diritti dei bambini. Invitiamo, inoltre, tutti i genitori dei bambini e ragazzi di scuole materne, elementari e medie del paese, che sposano questa causa, a partecipare numerosi alla riunione di venerdì prossimo e alle tante altre che seguiranno, al solo scopo pacifico di garantire un presente e un futuro migliore ai propri figli”.

Intanto, nel pomeriggio di mercoledì 12 ottobre, presso la scuola media statale “Da Vinci”, si è tenuto un incontro tra i genitori dei tanti alunni, il primo cittadino Pasquale Carbone e la dirigente scolastica, la dottoressa Patrizia Tirozzi, per discutere circa lo stato di agibilità della struttura. Nel corso della riunione sono state messe a confronto le valutazioni fatte da due tecnici, uno chiamato dal sindaco, l’altro convocato dalla preside, la quale fa sapere che ‘devono essere fatti controlli rigorosi per salvaguardare lo stato di incolumità di tutti, alunni, insegnanti, e dipendenti’. Il tecnico del comune ha specificato l’agibilità dell’edificio, mentre quello convocato dalla preside ha chiarito di voler fare appositi controlli prima di pronunciarsi. Nei prossimi giorni, verranno comunicati i risultati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico