San Marcellino

Nuovo anno pastorale, il saluto del parroco ai fedeli

don Salvatore VerdeSAN MARCELLINO. In occasione dell’inizio del nuovo anno pastorale, il parroco di San Marcellino, don Salvatore Verde, trasmette il proprio indirizzo di saluto all’intera comunità in vista dei numerosi impegni e dei diversi appuntamenti che tutta la collettività è chiamata a svolgere in segno di pace ed amore.

Riceviamo e pubblichiamo:

“Carissimi fratelli e sorelle, iniziamo insieme il quarto anno di vita pastorale che ci vedrà impegnati, come comunità cristiana, a testimoniare il Cristo Risorto nella nostra vita personale, familiare, sociale e lavorativa. Confido in tutti voi perché il nostro sforzo di comunità parrocchiale possa offrire una possibilità di vivere con significato il nostro quotidiano. In paese siamo l’unica realtà parrocchiale e questo richiede maggiore impegno e spirito di sacrificio poiché la comunità cittadina è in crescita ed anno per anno siamo chiamati ad affrontare nuove sfide, che spesso minano proprio le radici cristiane della nostra cultura e della nostra fede. Siamo chiamati, pertanto, a dare la nostra buona testimonianza di vita cristiana, soprattutto in ambito educativo e formativo. L’educazione completa ed equilibrata della persona prevede anche la formazione religiosa: l’uomo non è completo se non cura la propria spiritualità. Siamo chiamati ad offrire i nostri mezzi e le nostre risorse per assolvere a questo onere. Con competenza e generosità dobbiamo offrire le nostre proposte come alternativa per una vita di senso e di gioia cristiana. Dobbiamo saper dare le ragioni della nostra fede. In questo contesto, la Parrocchia rimane un’istituzione solida, insostituibile per la crescita umana e spirituale del credente. Diversi saranno gli appuntamenti che ci vedranno insieme per la celebrazione dei Sacramenti della nostra fede, per la catechesi, per le iniziative caritatevoli e sociali, per le feste. Il mio augurio sincero è che ognuno di questi appuntamenti sia occasione di arricchimento umano e di incontro cordiale, per essere un ‘nuovo tassello’ che si aggiunge alla nostra “storia con Dio” e contribuisca a realizzare già da ora il Regno di Dio in mezzo a noi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico