Orta di Atella

Puc, l’opposizione: “Tutelare il patrimonio storico”

 ORTA DI ATELLA. Vista la forte attenzione riguardo le questioni urbanistiche dimostrata dal “Forum dei Comitati e delle Associazioni”, per il convegno convocato il 21 ottobre suggeriamo di incentrare maggiormente l’attenzione dell’intera Assise sulla tutela del patrimonio storico del territorio di Orta di Atella.

Vogliamo rendere noto al Forum che in data 29 settembre 2011 è stata presentata al protocollo numero 16635 del Comune di Orta di Atella dalla ditta Atellanae Srl il progetto di un fabbricato a destinazione abitativa da realizzare in via Bugnano in Orta di Atella. Per estrema chiarezza, e certi dell’amore per la memoria storica del proprio territorio da parte del Forum, ricordiamo che tale richiesta di realizzazione di ulteriori appartamenti ad uso residenziale riguarda ancora una volta il “Palazzo Bugnano” sede della “Osteria dell’Antica Atella”, già oggetto di un tentativo di speculazione edilizia nel 2007, bloccato da una forte mobilitazione popolare, oggetto di sequestro ed indagine della magistratura, vicenda che si concluse con l’istituzione del vincolo dei Beni Culturali.

Oltre al Forum auspichiamo che anche il Sindaco e la maggioranza, visto che in occasione dell’evento “Ciminiere del Borgo” hanno propagandato la ferma volontà per la tutela della memoria storica del Borgo di Casapozzano, pongano la dovuta attenzione sulla questione. Lo stesso invito lo facciamo al consigliere “socialista” Ziello che in occasione della discussione sul Puc professava che era necessaria un’attenzione particolare per la rivalutazione del centro storico.Speriamo vivamente che sia convinto che non bisogna abbattere per ricostruire nuovi appartamenti. E’ necessario porre all’attenzione di tutti l’ennesimo tentativo di cancellare la memoria storica di un’intera cittadina.

Dobbiamo mobilitarci tutti per difendere le nostre radici ed il nostro territorio dall’edilizia selvaggia e da chi antepone i propri profitti alla dignità di un intero popolo. E’ arrivato il momento di lanciare un forte appello per la vera salvaguardia del territorio di Orta di Atella.

Il Piano Urbanistico Comunale può e deve essere uno strumento fondamentale per la tutela ed il rilancio di un territorio mortificato da un totale immobilismo politico-amministrativo, e ci auguriamo che la società civile indichi la tutela del patrimonio storico come principio insormontabile di ogni discussione che riguardi il riassetto urbanistico del territorio, e la tutela del nostro patrimonio storico parte dalla difesa del Palazzo Bugnano.

I consiglieri comunali di opposizione: Salvatore Del Prete, Michele De Micco, Francesco Piccirllo, Giuseppe Roseto, Domenico Damiano, Carlo Cioffi, Stefano Minichino, Ermanno Russo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico