Maddaloni - Valle di Maddaloni

Gira in auto armato: arrestato minorenne

 MADDALONI. Continua incessante l’attività anticrimine del commissariato di polizia di Maddaloni, che nell’ultimo mese ha consentito di realizzare importanti risultati contro la criminalità, sia di Maddaloni che degli altri territori rientranti nella giurisdizione di competenza.

Altro grosso risultato è stato, infatti, raggiunto nella decorsa serata, con l’arresto di G.A., diciassettenne di Maddaloni che, sebbene sino ad ieri incensurato, è il figlio di un noto pregiudicato locale, attualmente detenuto, con precedenti per armi ed associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto di ieri non è un caso ma il risultato di un’intensa attività info-investigativa, condotta dagli uomini del Commissariato, che erano riusciti ad acquisire un’importante informazione relativa ad una particolare autovettura, che era utilizzata da un giovane locale per girare armato nel territorio di Maddaloni, con scopi chiaramente illeciti e pericolosi.

Veniva predisposto, quindi, uno specifico servizio di osservazione e controllo, che consentiva di individuare, pochi giorni fa, l’autovettura suindicata in transito per Maddaloni. Nasceva, quindi, un inseguimento, all’esito del quale il sospettato riusciva a darsi alla fuga, approfittando dell’intenso traffico veicolare. Gli agenti operanti, però, avendo raccolto, a seguito del suindicato inseguimento, ulteriori elementi informativi, non davano più tregua all’anonimo delinquente, riuscendo, nella decorsa serata, a Maddaloni, a chiudere il cerchio individuando, rintracciando e perquisendo l’autovettura nella disponibilità dell’arrestato, all’interno della quale, celata sotto il sedile anteriore, veniva rinvenuta una pistola di colore argento, con matricola abrasa, calibro 7,65, con il cane armato ed un colpo nella camera di scoppio (quindi immediatamente pronta all’uso) ed altre cinque cartucce pari calibro nel caricatore inserito nel suo naturale alloggio, nonché una scatola di colore azzurro e rossa, con la scritta “50 Patronen 7,65 – 4,7 Vollmantel-GeschoB”, contenente altre 11 cartucce calibro 7,65.

Alla luce di quanto accertato, oltre a sequestrare quanto rinvenuto, si procedeva a dichiarare il minore in stato di arresto per porto e detenzione abusiva di arma clandestina e del relativo munizionamento, dandone tempestiva comunicazione alsostituto procuratore di Turno presso il Tribunale dei Minorenni di Napoli, che disponeva l’immediata traduzione dell’arrestato presso il Centro di Prima Accoglienza dei “Colli Aminei”, a Napoli. Tale operazione riveste di grande importanza, poiché, nonostante la giovane età, l’arrestato ha posto in essere una condotta oggettivamente pericolosa e spregiudicata e, con la sua cattura, si è riusciti a scongiurare gravi rischi per la collettività. Proseguono le indagini per risalire all’eventuale coinvolgimento del suindicato minore in altri eventi criminosi, di varia matrice.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico