Lusciano

Abategiovanni: “Cosa ha prodotto la Commissione Ambiente?”

Augusto Abategiovanni LUSCIANO. Mi fa piacere che il consigliere Massa non si sia dimesso, anzi, sono contento che la sua lettera contenga solo una sospensione (?) delle attività in quanto sarebbe stato molto difficile per il sindaco Fattore trovare sul mercato qualcuno alla sua altezza.

Tutti conoscono Massa e sanno benissimo il suo contributo culturale, ideologico, collaborativo e propositivo. Peccato che, per sua stessa ammissione, è stato costretto a “stimolare” gli altri componenti della commissione a riprova che la sua commissione e, probabilmente, anche le altre non funzionano per niente. (Cosa più volte annunciato e dichiarato dalla minoranza tutta). Forse è per questo motivo che, a distanza di ben 10 mesi, il sindaco Fattore non ha ancora risposto alla interrogazione consiliare avanzata dal sottoscritto, con protocollo numero 15231 del 3 dicembre 2010, su tutto quello che ha fatto la sua e le altre commissioni. E pensare che, a norma di regolamento, la risposta dovrebbe essere evasa entro 30 giorni. Comunque, se “qualcuno” si degna di rispondere ora, il sottoscritto sarà ben lieto di esaminare quanto prodotto dalla sua mente fulgida. Ad ogni buon conto il nostro presidente asserisce che la sua vulcanica intelligenza ha prodotto molteplici interventi tra cui la pulizia delle caditoie, dimenticando che questa pratica rientra nella ordinaria manutenzione del Comune e deve essere effettuata due volte l’anno e precisamente in primavera ed in autunno.

Bravo il nostro presidente della Commissione Ambiente che ha ricordato al sindaco il suo dovere. Ancora, il taglio delle piante; dimenticando che la potatura e la concimazione rientra anch’essa nella ordinaria manutenzione dovuta dal Comune. Ancora, dice “contenitori per la raccolta differenziata negli enti”. Bravo! Peccato che tutti gli enti pubblici sono obbligati già da molteplici anni a dotarsi di contenitori per la raccolta differenziata quale carta, cartucce esauste per stampanti etc, etc. Ancora, la proposta di pulizia di terreni incolti. Dimenticando che c’è una precisa normativa regionale che obbliga i Comuni a tenere puliti i terreni, altrimenti ci sono delle pesanti sanzioni in caso di terreni incolti. Tanto per riportare le sue testuali parole. Ma quante cose che dimentica il nostro amico.

Allora, se tanto mi da tanto, cosa ha prodotto questa commissione? Ha forse solo ricordato al sindaco il suo dovere? Poteva farlo anche una segretaria. Non parliamo poi dello stimolo agli operatori ecologici, ancora privi di opportuna ed obbligatoria vaccinazione, mascherine, guanti, scarpe, vestiario e quant’altro utile per il lavoro da svolgere. A proposito vengono pagati regolarmente, o hanno qualche mensilità arretrata? Informarsi per credere!

Ciò premesso, quindi, è bene che tutti sappiano, specialmente il presidente della Commissione Ambiente, che il compito di tale commissione non è quello di ricordare dei doveri a qualcuno ma è quello di intravedere possibili soluzioni e percorsi progettuali ad un cambiamento del territorio, è quello di progettare una risorsa territoriale in uno sviluppo demografico armonico, è quello di prevedere in anticipo eventuali dissonanze tra uomo, territorio ed ambiente, è quello di dare un “input” espansionistico omogeneo ed organico ai confini della città. Tanto per fare degli esempi giusti. Cosa questa che, sicuramente, gli “esperti in tutto” di questa commissione sanno fare ma che non fanno perché si adagiano sul fatto che il loro presidente riesce a sopperire dall’alto della sua lungimiranza a tutte queste cose. A proposito, il nostro caro presidente lo sa che il cimitero “è in perdita”? Se non sa cosa significa consiglio di stare attento alle prossime interrogazioni consiliari del sottoscritto.

Ora, caro amico Rosario (non posso chiamarti collega perché non sei un medico) il mio dire non era rivolto a te in quanto, demagogia a parte, sei uno che comunque si impegna e si adopera, ma al ruolo degli “esperti in tutto” entro le commissioni, ed era meglio se stavi zitto. Ma visto che volevi ad ogni costo la tua fetta di notorietà allora mi sono sentito in dovere di regalartela, se non altro per il tuo impegno vero in seno all’amministrazione.

Il capogruppo Udc Augusto Abategiovanni

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico