Esteri

Libia, tv siriana: “Khamis Gheddafi morto in battaglia”

Khamis GheddafiTRIPOLI. Khamis Gheddafi, uno dei figli del rais libico deposto Muammar Gheddafi, è morto il 29 agosto: lo sostiene al-Rai, una tv siriana vicina all’ex regime di Tripoli.

Lo scrive sul suo sito web l’agenzia Reuters, precisando che Khamis sarebbe morto combattendo a sud della capitale. class=””>Secondo l’emittente, Khamis era alla testa di una brigata militare di elite ed class=””>èclass=””> la vittima di piclass=””>ùclass=””> elevato grado nel campo dei fedeli del dittatore rovesciato, da quando il conflitto class=””>èclass=””> iniziato.class=””> class=””>Al-Rai aggiunge che tra le vittime c’class=””>èclass=””> anche un suo cugino, Mohammed Abdullah al-Senousi, uno dei responsabili dell’intelligence di Gheddafi. Gli scontri si erano verificati a Tarhouna, ad un centinaio di chilometri a sudest di Tripoli.

L’emittente satellitare araba “al-Rai”, con sede in Siria, ha annunciato la morte di Khamis Gheddafi con un necrologio apparso sullo schermo che mostra la foto di Khamis accanto a dei versetti del Corano. La tv – considerata la voce ufficiale di ciò che resta del regime di Gheddafi – ha annunciato che “Khamis è stato ucciso il 29 agosto scorso durante scontri a fuoco contro gli uomini del Cnt nella zona di al-Tarhuna, a sud di Tripoli”.

“Siamo entrati nel centro della città di Bani Walid, dove sventola la nostra bandiera”. È quanto ha annunciato una fonte del Cnt libico alla tv satellitare ‘al-Arabiyà. “In queste ore stiamo effettuando rastrellamenti strada per strada alla ricerca degli uomini di Gheddafi – ha aggiunto – intanto si continua a combattere a Sirte”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico