Caserta

Casertana, aggredito addetto stampa: la condanna di Verazzo

il presidente VerazzoCASERTA. Spiacevole episodio al termine della partita Casertana-Grottaglie: il giornalista e addetto stampa della Casertana Calcio, Massimo Iannitti, ha subito un’aggressione nel post partita ad opera di un giornalista accreditato da un emittente televisiva locale.

Episocio che ha rovinato una bellissima giornata di sport e ha gettato una macchia sulla grande prestazione della Casertana. Sdegno da parte della società e del presidente Verazzo. Accanto alla solidarietà della società, esprimere la mia personale solidarietà al giornalista Massimo Iannitti, “esempio di passione e di professionalità”. Inoltre, è necessario sottolineare come l’episodio sia ancor più grave e deprimente in quanto avvenuto ad opera di un giornalista, un tecnico dell’informazione, un intellettuale delle parole. L’unica arma a disposizione di un giornalista, semmai ce ne fosse bisogno, dovrebbe essere la penna e non i pugni.

Ecco il comunicato stampa diramato dal presidente Verazzo nella serata di domenica: “Ho appreso con dispiacere e sorpresa della vile aggressione avvenuta ai danni di Massimo Iannitti ad opera di un giornalista accreditato da un emittente televisiva locale. Questi fatti, purtroppo non nuovi, mi hanno scosso e fatto scomparire la gioia per il bel risultato sportivo di oggi. La Casertana tutta condanna tali atteggiamenti che minano alle fondamenta qualsiasi progetto serio si voglia intraprendere,non sono certamente questi i valori che possono accompagnare il nostro impegno con la Casertana. Massimo Iannitti è nella Casertana, quale componente dell’Ufficio Stampa, da anni rappresenta esempio di passione e professionalità, uno storico della Casertana e ci onora averlo nel nostro organico societario. Aspettiamo le decisioni delle autorità competenti con la speranza che ci diano la possibilità di continuare il nostro impegno con la necessaria serenità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico