Campania

Esalazioni del mosto di vino: un morto e due intossicati

 NAPOLI. Un uomo è morto e due persone sono rimaste intossicate per le esalazioni sprigionatesi dal processo di fermentazione del mosto di vino.

Il fatto, secondo quanto riferiscono alla centrale operativa dei vigili del fuoco, si è verificato lunedì mattina attorno alle 7. L’incidente in via Casacelle, sulla Circumvallazione esterna, a Giugliano, in provincia di Napoli. Tre le persone coinvolte. La vittima si chiamava Alessandro Coviello, 55 anni, di Trentola Ducenta. Intossicato anche il proprietario della cantina Antonio Escolino, 53enne, e un extracomunitario Dabri Vehebo, 25 anni.I due sono stati trasportati all’ospedale “Moscati” di Aversa dagli operatori del 118. La lavorazione era in corso in un cantinato a sei metri sotto terra.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco del distaccamento di Scampia e gli uomini del nucleo biologico chimico radiologico. Al loro arrivo hanno accertato che Coviello era già morto. Agli investigatori toccherà ora appurare se nel mosto siano stati aggiunti additivi, come il zolfo tale da provocare le esalazioni mortali.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico