Poggiomarino - Terzigno

Camorra, giallo sulla morte del pentito Galasso: ipotesi omicidio

Martino GalassoNAPOLI. E’ giallo sulla morte delpentito di camorra, Martino Galasso, 53 anni, ex esponente del clan Galasso di Poggiomarino (Napoli),trovato impiccato mercoledì scorso nella sua abitazione di Viterbo, in via Pergolesi.

La squadra mobile, diretta da Fabio Zampaglione, indaqa per accertare se si sia trattato di suicidio e la Procura ha aperto un fascicolo. L’uomoè stato trovato da un amico. Uno degli elementi che rende il suicidio improbabileè che il sostegno al quale era assicurata la corda non avrebbe potuto reggere allo strattone causato dal corpo in caduta dall’alto verso il basso. Inoltre, il cappio era stato fatto in modo sommario. Le indagini, coordinate dal pm Stefano D’Arma, sono mirate ad individuare quanti hanno avuto contatti con l’uomo negli ultimi giorni.

Fratello del superpentito Pasquale Galasso, Martino non era più sotto protezione ed aveva deciso di rimanere a Viterbo, dove era stato inviato negli anni Novanta con un’altra identità, dopo aver iniziato a collaborare con la giustizia. Il suo pentimento, secondo quanto si è appreso, sarebbe stato fondamentale per fare luce sui rapporti tra la criminalità campana e alcuni ambienti politici.

È stato prima un killer spietato, alleato fedele del fratello Pasquale. Poi è diventato collaboratore di giustizia.All’inizio tentò di prendere le distanze dal fratello, ma mentre era in cella qualcuno gli ordinò: “Uccidi tu Pasquale, dimostraci che non sei un infame”. Ma Martino tentò il suicidio: allora le guardie carcerarie riuscirono a salvarlo in extremis. Pasquale fu rinchiuso nel carcere di Poggioreale, a Napoli, dove conobbe importanti camorristi del tempo, tra cui Raffaele Cutolo che più volte gli propose l’affiliazione alla sua organizzazione. Nel 1992, essendo stato catturato dopo un breve periodo di latitanza, Pasquale Galasso si pentì (fu poi seguito a ruota da Carmine Alfieri). Il suo pentimento scioccò l’Italia: parecchi furono i politici (non solo locali) coinvolti, fra cui alcuni dei maggiori esponenti della corrente dorotea della Dc campana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico