Aversa

Forum Giovani, De Cristofaro: “I dissidenti si dimettano”

Orlando De CristofaroAVERSA. “Il Forum Giovani di Aversa è riconosciuto a tutti i livellli: comunale, provinciale e regionale e mi dispiace doverlo ribadire ancora una volta dopo quasi un anno dalla sua creazione”.

Lo afferma Orlando De Cristofaro, presidente del forum giovanile, che interviene nella polemica tra l’assessore Michele Galluccio e i giovani di Fli. “L’assessore Galluccio – continua De Cristofaro – ha sempre collaborato con noi ragazzi e più volte è intervenuto per trovare con me la soluzione ai vari dissidi interni. Sono stati stanziati4mila euro, inseriti nel bilancio comunale, per aiutarci a vedere realizzate diverse iniziative, che mi sono state proposte da vari consiglieri. Di queste iniziative, nessuna è pervenuta da quei consiglieri che tanto deplorano l’inefficienza del forum, questo per sottolineare che chi si lamenta lo fa solo in maniera sterile, senza alcuna produttività, e soprattutto perché ci si avvicina alle elezioni di maggio e chiaramente tutto si fa per acquisire visibilità, che poteva essere tranquillamente ottenuta lavorando per il forum e non boicottandolo di continuo creando malumori vari”.

La prossima assemblea, per votare il regolamento e le iniziative proposte dai consiglieri attivi del Forum Giovanile della città di Aversa, si terrà nella seconda settimana di ottobre. “Mi aspetto la saggia decisione da parte dei consiglieri che hanno realizzato il ‘forum parallelo’ – aggiunge De Cristofaro – di presentare le dimissioni, perché è chiaro e logico che non possono essere assolutamente produttivi in entrambe gli organi, così da dimostrare che, non sono attaccati alla poltrona, ma potranno dimostrarci il loro vero valore, con le tantissime iniziative che non mi hanno mai proposto, ma che sicuramente terranno in serbo per il loro ‘forum parallelo’. Auguro, quindi, ai consiglieri che hanno preso questa decisione di poter lavorare bene e di non avere nel loro forum gli stessi blocchi che abbiamo avuto io, la mia giunta e tutti i consiglieri che hanno creduto e credono ancora nel forum”.

“Fatto indiscutibile – conclude il presidente del forum – è che nelle poche iniziative che abbiamo realizzato coloro i quali producono note stampa di malcontento verso il forum non si sono resi partecipi, questo ad avvalorare la mia tesi che la loro contentezza sta proprio nel non far partire il forum, nonostante i miei numerosi appelli e continua voglia di ricucire strappi creati sempre dai suddetti consiglieri. Molto probabilmente con le dimissioni, che sicuramente arriveranno, altrimenti la loro iniziativa di creare un secondo forum sarebbe un controsenso, dei consiglieri ‘dissidenti’, si potrà finalmente cominciare a lavorare in serenità senza nessun tipo di ostruzionismo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico