Aversa

Elezioni, Idv lancia la candidatura di Cella e bacchetta il Pd

Gennaro DianaAVERSA. “L’Idv ha a cuore le sorti dell’unità della coalizione di centrosinistra ed è favorevole ad un allargamento che però vada nella direzione di alleanze con associazioni, movimenti e liste civiche che siano alternative e discontinue rispetto all’ attuale maggioranza guidata da Ciaramella”.

Gennaro Diana, responsabile cittadino del partito dell’ex magistrato Antonio Di Pietro, continua a consigliare i possibili alleati in vista della tornata elettorale della primavera prossima. “In questo senso – ha continuato Diana – abbiamo inteso sottoporre all’attenzione della coalizione di centrosinistra una proposta di candidatura di una figura giovane, fresca, innovativa e discontinua, quella di Salvino Cella, capogruppo alla Provincia”. E a chi gli chiede su cosa fonda questa candidatura, chi ha fatto scattare questa ipotesi, l’esponente Idv risponde: “Cella ha già dimostrato nelle recenti elezioni provinciali di essere una persona radicata e forte elettoralmente al punto da doppiare i voti del Pd e da battere il candidato Pdl dell’amministrazione comunale Elia Barbato. Ed è per queste ragioni che riteniamo sia la scelta più forte e più competitiva del centrosinistra”.

Altra domanda d’obbligo riguarda una riflessione sull’incontro, promosso dal Pd, delle forze che potrebbero dare vita ad una coalizione elettorale di centro sinistra e la risposta di Diana è franca: “Alla fine di tutto è emerso un dato univoco da parte di Idv-Sel-Comunisti, rappresentato da una critica netta e dura al Pd per le alleanze tentate con pezzi del centrodestra e quindi è stato un no secco a questo tentativo, ritenuto dai tre partiti ‘suicida’. L’altro elemento emerso è che il Pd è in uno stato di difficoltà e isolamento totale”. Un incontro che, ricordiamolo, ha visto i Comunisti non condividere il metodo di proposta di candidatura di Idv e D’Amore ha reagito con nervosismo alle critiche di tutti, dicendo che per vincere bisogna fare quelle alleanze e che non accetta lezioni di moralità da nessuno, fissando con lo sguardo nervoso e rosso Diana. Pandolfi non ha detto nulla sulla proposta di Idv, né in bene né in male, anzi ha definito legittima la proposta. Tra i dirigenti del Pd il gelo e il silenzio totale sulla proposta di candidatura di Cella.

Insomma, un centrosinistra che si è rivisto dopo tanto tempo ma che si è ritrovato, forse unito a sinistra del Pd, ma diviso da questo. “La verità – riprende Diana – è che il Pd ormai ha chiuso sul nome di D’Amore e non ha nessun altra alternativa né interna né esterna; Sel non ha nessun nome; i Comunisti, forse, seguiranno la scia, qualora sia reale, di una candidatura di Lello Ferrara, di cui si parla molto; Idv andrà avanti con la candidatura di Cella, seguendo lo stesso schema di De Magistris a Napoli, il quale, alla luce anche della recente nomina di Lorenzo Diana, ha fatto sapere di puntare molto su Aversa, dove sarà presente frequentemente per la campagna elettorale. A quel punto Sel potrebbe pure decidere di aderire ad un cartello con Idv”.

Per la cronaca, in quella riunione Diana è stato ancora più duro. Nel ribadire in parte ciò che era stato sostenuto da De Rosa e Monica, l’esponente dipietrista ha assunto toni ancora più duri circa le alleanze spurie tentate dal Pd, affermando che è stato un grave errore quello dei democratici di aver convocato una riunione con personaggi legati all’amministrazione Ciaramella, per due ragioni: politiche in quanto il Pd normanno fa l’esatto contrario del Pd nazionale, capovolge il quadro nazionale, e cioè, invece di partire da Pd-Idv-Sel, parte da Santulli, Lama, Pozzi, Sagliocco, Palmieri, Giglio e Stabile. In pratica, in quell’incontro mancavano solo Ciaramella e Giuliano. Secondo Diana, bisogna partire prima dalla coalizione naturale e poi allargarsi ma solo ai movimenti, alle associazioni e alle liste civiche che hanno la stessa visione di amministrare la cosa pubblica. “L’altra ragione – conclude Diana – è poi di ordine etico e morale. Bisogna cioè stare attenti nella selezione delle alleanze escludendo categoricamente personaggi dubbi, chiacchierati e ovviamente interessati da provvedimenti giudiziari”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico